Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 24/07/2024 alle ore 16:00

Ippica & equitazione

03/06/2023 | 08:30

Ippica: domenica all’Ippodromo Snai San Siro di Milano con l’intrattenimento per le famiglie e i bambini, mentre in pista le edizioni del Premio Lamberti e del Copolloni

facebook twitter pinterest
Ippica domenica Ippodromo Snai San Siro Milano intrattenimento famiglie bambini pista edizioni Premio Lamberti Copolloni

ROMA - La prima domenica di giugno tutta da vivere all'Ippodromo Snai San Siro di Milano con la parte ippica strutturata su sette prove a partire dalle ore 14:45 e che vede il suo clou nei due handicap limitati per i cavalli di 3 anni: corsa micidiale alla 2^ uscita quella dedicata a Virginio Lamberti sulla distanza di 1.500 metri in pista media; e a seguire il Premio Mario Cipolloni ma sul doppio chilometro in pista grande. E poi l’intrattenimento per il pubblico, con particolare attenzione per le famiglie e i bambini, grazie allo staff di animazione di Pepe Party nell’apposito spazio recintato, parzialmente al coperto e in sicurezza dell’Area Kids, mentre nella zona della fontana sono sempre pronti i ponies del CIL (Centro Ippico Lombardo) per far vivere l’ebbrezza del ‘Battesimo della sella’ ai bambini tra i 3 e i 13 anni. E poi la consueta postazione della cappellaia magica, It’s Milly Fascinators che espone le sue creazioni in perfetto horse style.

Ma torniamo a quello che accadrà in pista il 4 giugno per la 19^ giornata stagionale di galoppo meneghina. Avvio di riunione con in pista la 4^, ultima Eliminatoria del circuito Mile sui 1.400 metri in dirittura. Campo insolitamente ridotto, ma la scelta resta in ogni caso molto sottile, con Ilomilo che sarebbe una base perfetta dall’alto della sua estrema regolarità, ma con la scelta finale che cade su After Effect, la cui ultima non fa testo essendo rimasto nello stallo al via, ma che in precedenza in categoria simile aveva molto ben impressionato. Trevithick è un altro che abbassa non poco il tiro e non può non contare, con Greenvalchiria che stuzzica sulla pista e la distanza e con Sopran Manny che può a sua volta trovare spazio.

Seguono subito i cavalli di 3 anni, con il primo dei due Handicap Limitati loro riservati, il tradizionale Virginio Lamberti, sui 1.500 metri di pista media. Corsa micidiale, dove proviamo ad indicare Meran, che non avrà vita facile nel cercare di impostare in avanti ma che ha pescato uno steccato perfetto e con un’ultima prestazione all’attivo davvero solidissima. In quell’occasione corsero molto bene anche Gino Jet e The Great Brozo, con quest’ultimo neppure troppo fortunato, ma ancor più pericoloso potrebbe rivelarsi Rough Rustic, un altro che arriva da una prestazione splendida a coronamento di una crescita evidente e senza che il ritorno sulla distanza e sulla curva gli darà fastidio. Pallapannochiesch e Love Deluxe sono altri due seri papabili, ma ce ne sarebbero tanti altri.

Il secondo Handicap Limitato per i 3 anni è quello sul doppio chilometro di pista grande, anche questo tradizionalmente intitolato a Mario Cipolloni. Anche qui non si scherza niente, con una preferenza giocoforza sottile per Zangiar, al quale l’handicapper non ha fatto sconti ma che ha resistito alle sirene dei livelli top presentandosi con linee di buonissimo spessore. I cattivi spunteranno da ogni dove, con citazioni d’obbligo per Last Born, tre volte secondo nelle ultime quattro, per Plotter, sempre molto regolare, per Vinsanto, da valutare sulla linea del Clerici, e magari per De Bisognosi, atteso in progresso dopo il rientro molto tranquillo. Anche Wartime Warrior e Orologio sono belli caldi, e non citiamo altri.

Alla quarta è tutto da vedere questo handicap per gli anziani sul miglio di pista grande sponsorizzato dallo storico Calzaturificio Belfiore 1953. Non c’è che l’imbarazzo della scelta neppure qui, con Borntodare che può essere il nome giusto, perché se da un lato dovrà fare i conti con uno steccato non semplice, dall’altro avrà lo schema tattico ideale per esprimersi al meglio. What You Can dal canto suo sta correndo molto bene e una vittoria la meriterebbe, Gingi Life conta certamente nonostante il punitivo top weight, Chesterton arriva da una prestazione in progresso, Regency Buck abbassa un po’ il tiro e Pietra Roja è andata meglio di quanto non dicano i suoi ultimi risultati. La categoria sale con questo Handicap Limitato per i 4 anni ed oltre sul doppio chilometro di pista grande sponsorizzato dalla SKP Sicurezza dal campo partenti di spessore elevato. Se Flag’s Up ritrovasse i suoi migliori motivi sarebbe molto difficile da battere, ma la forma attuale è dubbia, tutto il contrario di Silver Mission, che invece sta volando nel periodo e che può centrare la hat-trick nonostante un peso che è ovviamente diventato affatto semplice. Rock Life e Kadabration sono cattivissimi pure loro, Capotempesta non ne sbaglia una e conta anche a questo livello e non si può non citare neppure Lagomago, che avrebbe preferito un furlong in più.

In penultima troviamo ancora un Handicap Limitato e ancora per gli anziani, ma qui si accorcia sul miglio per la 1^ edizione del Premio intitolato a Bruno Hrovatin, personaggio per il quale non esistono descrizioni esaustive a cui tutto l’ippodromo di San Siro rimarrà sempre affezionatissimo. Forma generale e partenti degni della categoria, dove Air Bud merita la nomination dopo un rientro certamente promettente contro avversari di assoluto spessore e l’idea è che possa concedere i chili a quelli odierni. Non saranno troppo d’accordo Lucifero, in una forma a dir poco terrificante, Vento D’Estate, che arriva da una vittoria in una prova analoga, e Wassim, rivisto tonico di recente. Il giovane Arabian Legend merita un discorso a sé, ma di certo non gli mancano né i mezzi, né la suggestione.

Chiude la bella domenica di galoppo all'Ippodromo Snai San Siro si chiude con il Quintè, un handicap di buon livello sul doppio chilometro di pista media sponsorizzato anche questo dal Calzaturificio Belfiore – Un cammino lungo 70 anni. Nessuna eccezione neppure in chiusura, con un equilibrio sottilissimo e una marea di pretendenti, tra i quali proviamo a segnalare Bancodorio, reduce da una prestazione ottima e in progresso, e in possibile ulteriore miglioramento passando in pista grande. Tra le innumerevoli opzioni ci sono un Passerotto che tenta il bis dopo aver colpito in grande stile in categoria inferiore, una Azul Bahia che se costruisse sulla sua ultima apparizione potrebbe fare il botto, un Ultimo Tango in un buon momento e due grandi guerrieri come Desire To Fire e Nayleaf che il loro dovere lo fanno sempre. Prossimo appuntamento mercoledì 7 giugno.

RED/Agipro

Foto credits: Dena-Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password