Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 06/12/2023 alle ore 20:32

Ippica & equitazione

18/09/2023 | 14:05

Ippica, mercoledì all’Ippodromo Snai San Siro primo infrasettimanale di galoppo della sessione autunno-inverno

facebook twitter pinterest
Ippica mercoledì Ippodromo Snai San Siro infrasettimanale galoppo sessione autunno inverno

ROMA - All’Ippodromo Snai San Siro di Milano il primo infrasettimanale della sessione stagionale autunno-inverno 2023 con la 30^ giornata e sette prove a partire dalle ore 14:50 (cancelli aperti dalle ore 12 – ingresso a pagamento – Prova Pubblica alle ore 14:15). Dopo la bella domenica d’esordio di questa seconda parte di calendario, con oltre 2000 persone ad assistere alle corse e, in particolare, ai premi Bessero, Fassati e Cancelli, l’appuntamento di questo mercoledì 20 settembre offre ancora molto spazio ai puledri di 2 anni, com’è ovvio che sia a questo punto dell’anno. Top tecnico del pomeriggio milanese il Premio Apelle, alla sesta corsa, una condizionata per i 3 anni sul doppio chilometro su pista media. Impossibile andare contro Vero Atleta, che deve per forza di cose essere indicato per primo nonostante la resa di chili e nonostante la condizione che verosimilmente non sarà al cento per cento. Un problema questo che sarà anche quello di Taany, molto attesa quest’autunno dopo la sua primavera splendida, ma che invece non riguarda Certaldo, appena ricomparso alla grande e runner-up del Filiberto sulla pista e la distanza. Quel giorno finì quarto a contatto Ramadas, che insieme a Seven Hills, da valutare sullo stesso piano come dice lo scontro diretto di inizio maggio, forma una coppia di elementi interessantissimi che possono crescere molto bene, e va citato anche Final Credit, che prova ad allungare la distanza.

Tornando alla normale programmazione il mercoledì si apre con il Premio Molvedo, una prova per debuttanti aperta a tutti sul miglio di pista media che, a vedere i partenti, ha una buona qualità generale e, in attesa delle preziose indicazioni del betting, con un possibile nome da collocare in pole position come Calm Reef, un Churcill dalla provenienza doc che ha senza dubbio un profilo decisamente accattivante. Il compagno di allenamento Fireworks è altrettanto interessante, così come lo sono Dottosottile, Manning e Flirt Dei Grif.

È anche la prima corsa della stagione riservata alle amazzoni e ai cavalieri quella valida per il Premio Clubino Dadi, per un handicap per i velocisti sui 1.200 metri. Non inganni il campo ristretto, perché il tasso di competitività è al massimo, con addirittura due pericolosissimi cacciatori di hat-trick come Air Confort e Divo Dei Grif e con la stessa Hot Sunset che si presenta da una vittoria più che convincente. Lo stesso Curandero è più cattivo che mai potendo tornare su questa dirittura ed allungando la distanza, ma alla fine della fiera la scelta cade su Ilomilo, che se da un lato dovrà pagare dazio alla forma più rodata dei rivali, dall’altro ha una consistenza in simili situazioni a prova di bomba.

Torna di scena la generazione più giovane alla terza corsa con il Premio Stufida, con un’altra prova per debuttanti sui 1.600 metri in pista media, ma questa è riservata alle sole femmine. Rispetto a quella di apertura, con la qualità media che pare un filo migliore, la prospettiva vede Mysterious Shadow in lizza per la vittoria. Griffe e Sopran Brenta sono sullo steso livello alla vigilia, ma è chiaro che saranno i movimenti del mercato e magari anche un esame attento al tondino a fornire i suggerimenti migliori. Le stesse Calafuria e Kiss The Rain meritano una citazione a parte.

L’ultima corsa per i puledri di 2 anni la troviamo come quarta uscita. È la maiden per i velocisti sui 1.200 metri per il Premio Gay Lussac. Anche qui ci sono alcuni elementi che debuttano e che meritano una certa attenzione al betting, Midnight Mask soprattutto, ma senza inventare troppo seguiamo la candidatura di Song For Europe, forse un po’ vulnerabile, ma già ben esperto e con delle prestazioni certamente valide che possono bastare, senza contare che il ritorno sulla pista e la distanza non gli darà fastidio, anzi. Stuzzica molto anche Rosaballerina, che è venuta avanti tantissimo alla seconda della carriera e che a questo punto merita una prima chance, e con lei anche Black Magma, che invece ha pagato un carissimo dazio all’inesperienza al debutto.

Avvincente appare invece il Premio Rouge Sang, prova ad handicap di discreta categoria per i 3 anni ed oltre sui 1.800 metri di pista media. Inutile dire che le candidature si sprecano, e tra queste indichiamo per prima quella di Bancodorio, che deve concedere chili a tutti e che avrebbe gradito almeno un furlong in più ma che troverà uno schema tirato che può colmare questa lacuna, senza dimenticare che scende di categoria. Il compagno di colori ma di training differente Trillo è un altro che si presenta particolarmente agguerrito, così come lo saranno Nayleaf, che l’ultima volta che ha vinto lo ha fatto su questa distanza, e Il Re Di Renaccio, velenoso in fondo alla perizia e nella forma attuale. Trevithick e Kraram sono altri due nomi caldi, e ce ne sarebbero altri.

Dopo il clou con il già citato Premio Apelle, il bel mercoledì di galoppo all’Ippodromo Snai San Siro di Milano si chiude alla grande con un Quintè sui 1.800 metri per i cavalli di 3 anni ed oltre di ottima categoria e valido per il Premio Sortingo. Assolutamente impossibile immaginare un contesto migliore di questo, sotto ogni punto di vista, e da questo girone dantesco potrebbe emergere a quota allettante De Bisognosi, che ha raccolto meno di quel che avrebbe meritato, ma che potrà esaltare le sue doti di finisseur nello schema verosimilmente tirato. Capotempesta e Val Badia sono invece le scelte meno rischiose dall’alto della loro terrificante consistenza, con lo stesso Conte Attilio che vale un ruolo di primissimo piano nonostante il peso non semplice maturato dopo due vittorie recenti in categoria analoga. Moorland Spirit è un’altra che può trovare spazio e tra i tanti veleni del gruppo, occhio a Lady Raeburn, che debutta in handicap dopo tre prestazioni molto interessanti. Prossimo appuntamento con il galoppo sulla pista di piazzale dello Sport 16 a Milano domenica 24 settembre.

RED/Agipro

Foto Dena - Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password