Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/04/2024 alle ore 13:02

Ippica & equitazione

29/04/2023 | 09:01

Longines EEF Nations Cup Gorla, trionfo francese. Il team azzurro è sesto

facebook twitter pinterest
Longines EEF Nations Cup Gorla trionfo francese. Il team azzurro è sesto

ROMA - La prima tappa della Longines EEF Nations Cup Series 2023 si è conclusa con la vittoria della Francia che si è imposta in vetta alla classifica sulle altre dieci squadre concorrenti. Con la giornata di oggi la Serie ha preso il via in Italia (casa dei campioni imbattuti delle precedenti edizioni) negli impianti dell’Equieffe Equestrian Centre di Gorla Minore (VA), e si è disputata come di consueto su due Round di identico percorso, dove l’ingresso in campo delle squadre per il secondo round (ROU, GRE, SUI, UKR, ITA, GER, BUL, BEL, TUR, POR, FRA) è stato inverso alla classifica del primo. Il tracciato disegnato dall’equipe di Chef de Piste guidata da Andrea Colombo ha previsto dodici ostacoli con due combinazioni, misurati su altezza di 1.45 mt, da portare a termine in un tempo massimo di 76”.00. La tappa inaugurale, delle nove previste, della Longines EEF Nations Cup dal Montepremi di 65.000,00 euro, valevole per la Longines Ranking e per la qualificazione al Grand Prix di domenica ha visto dunque primeggiare la squadra francese autrice di un’ottima e costante performance, che l’ha resa protagonista con zero penalità complessive nei due round, combattendo fino all'ultimo con la squadra portoghese, piazzatasi seconda. Agli ordini dello Chef de Piste Edouard Couperie sono scesi in campo: Olivier Robert (0/0) in sella ad Iglesias D.V. (2013, stallone, KWPN, Quasimodo Van De Molendreef x Indorado), Dylan Levallois (8/0) su Artiste de l’Abbaye (2010, stallone, Selle Français, Quaprice Bois Margot x Jus De Pomme), William Ligier De La Prade (0/0) accompagnato da Galilee (2012, femmina, SBS, Clintissimo Z x Fidji du Fleury) e Jules Orsolini (0/N.P.) con Charlotte (2011, femmina, Holsteiner, Casall x Carry). Lo Chef d'Equipe francese Edouard Couperie ha commentato durante la consueta conferenza stampa dedicata ai vincitori: "sono particolarmente soddisfatto di questo risultato, considerando il fatto che la squadra è stata composta da tre cavalieri giovani affiancati da un cavaliere esperto che ha fatto da traino, non potrei chiedere di più! Per la squadra francese ci sono dunque buone chance di crescita e mi auguro che i risultati nei prossimi eventi siano simili a questo". La Piazza d’Onore è stata appunto del Portogallo che ha totalizzato sole 4 penalità complessive; lo Chef d’Equipe António Matos Almeida ha schierato in campo: Rodrigo Giesteira Almeida/Jordan Molga M (0/0), Mario Prieto/Othello Z(0/0), Adir Dias De Abreu/Dartanion (0/4) e lo stesso Chef d'Equipe in sella a Chippo Z (N.P./4). Il Belgio di Fabienne Daigneux ha chiuso il podio con un totale di 8 penalità, la squadra era così composta: Thibault Philippaerts/Obama de la Liniere (4/0), Gudrun Patteet/Sea Coast Enjoy Z (0/0), Jeroen Appelen/Moningo - D van't Heyveld (4/4) e Gilles Thomas/Puskas de Kalvarie (0/4). 

Il team Italia ha terminato in sesta posizione con un risultato complessivo di 12 penalità; per questa prima prova Marco Porro ha deciso di schierare il Primo Graduato Giulia Martinengo Marquet con Scuderia 1918 Calle Deluxe (0/4), il neo campione italiano Primo Aviere Scelto Giampiero Garofalo su Dynamite vh Legita Hof Z (4/12), il Carabiniere Francesco Correddu in sella Necofix (4/0) e l’Appuntato Scelto QS Bruno Chimirri con Samara (4/0). Il Commissario Tecnico Marco Porro in conferenza stampa ha commentato: "il sesto posto in classifica di oggi ci sta stretto, se avessimo commesso un errore in meno avremmo potuto salire sul terzo gradino del podio, ma è andata così. Sono comunque contento del risultato ottenuto dalla nostra squadra, soprattutto nell'ottica che questo circuito serve a formare e a far crescere dei nuovi binomi". Queste invece le parole del Presidente della FISE Marco Di Paola: "Ritengo la serie Longines EEF Nations Cup interessante ed utile. La prima tappa è stata un successo e per questo voglio fare i miei complimenti ad Emanuele Fiorelli (patron dell'Equieffe Equestrian Centre ndr). Abbiamo potuto assistere ad un pomeriggio di sport di alto livello. Per quanto riguarda il team Italia penso che la sfortuna abbia fatto la sua parte e desidero ringraziare i cavalieri che oggi hanno rappresentato la nostra nazione." Di Paola ha proseguito dicendo: "un buon risultato quello messo a segno dal Carabiniere Francesco Correddu, alla sua prima esperienza in una Nations Cup Senior si è comportato egregiamente. Abbiamo obiettivi importanti per la squadra, il primo di tutti sarà il 90° CSIO d'Italia a Piazza di Siena per poi proseguire con i Campionati Europei". Eleonora Ottaviani, rappresentanti degli atleti della European Equestrian Federation, ha così in conferenza stampa: "sono piacevolmente colpita dal fatto che le Federazioni Nazionali abbiano capito la filosofia della Longines EEF Nations Cup, che è quello di affiancare binomi "giovani" a quelli più esperti per consentire una crescita sportiva. Per quanto riguarda il team Italia mi auguro che i due cavalieri meno esperti (Francesco Correddu e Giampiero Garofalo ndr) avanzino presto nella prima divisione della Nations Cup, così come era successo qualche anno fa per il britannico Harry Allen per citare un esempio". Lo CSIO3* di Gorla Minore proseguirà nella giornata di domani, quando alle ore 10:00 sarà la gara di altezza 1.40 mt a dare l'inizio alle competizioni nell'arena Equinoxe. Nel pomeriggio invece la protagonista sarà la 1.50 mt a barrage presentata da Stephex Horsetrucks valevole per la Longines Ranking Jumping.  

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password