Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 20/05/2024 alle ore 13:03

Ippica & equitazione

25/04/2024 | 09:30

Nel mercoledì di galoppo all'Ippodromo Snai San Siro Nightliner si aggiudica il premio Maslogarth, clou del pomeriggio milanese. Sabato 27, invece, il Premio Ambrosiano e l'Handicap di primaera

facebook twitter pinterest
Nel mercoledì di galoppo all'ippodromo Snai San Siro Nightliner si aggiudica il premio Maslogarth clou del pomeriggio milanese. Sabato 27 invece il Premio Ambrosiano e l'Handicap di primaera

ROMA - Il turno infrasettimanale del mercoledì all’Ippodromo Snai San Siro di Milano, valido come 10^ giornata di galoppo, ha messo in scena sei prove tra cui la prima corsa stagionale per puledri sulla pista meneghina che ha ricordato l’appassionato proprietario di cavalli Federico Leitner, ma anche l’interessante Premio Circuiti di San Siro con i cavalli di 3 anni alle prese con una maiden sul miglio di pista media, mentre il clou tecnico è stato il tradizionale handicap sul doppio chilometro di pista media per cavalli di 3 anni in memoria di Maslogarth, la mascotte di San Siro, cavallo che in carriera ha corso dai 2 agli 11 anni e che, dopo l’attività agonistica, si è trattenuto alle scuderie di San Siro facendo scuola a tanti bambini che poi si sono approcciati alla monta e di supporto a chi ha scelto la professione di fantino. Partiamo proprio dalla prova a lui intitolata che sulla ha confermato l’alto livello tecnico e si è dimostrata molto combattuta con Nightliner che debuttava nel migliore dei modi con i nuovi colori della scuderia De Francesco e con in monta Alessio Satta, facendo sua la contesa a tre che si inscenava all’ultimo furlong e avendo le battute migliori su Stamper e Sopran Owen, mentre l’appoggiato Hedonism calava piuttosto presto. 

I cavalli di 3 anni avevano anche il Premio Circuiti di San Siro, una maiden sul miglio che si è risolta con la vittoria di Finch che, al settimo tentativo (finalmente), assaporava il gusto del successo regnando nettamente il resto del gruppo dal quale emergeva Dom Approach, con il tedesco Wind Of Dream che invece non riusciva ad intervenire. Come già menzionato, un altro dei motivi della giornata di galoppo milanese era senza dubbio la prima corsa dell’anno per i puledri di 2 anni, la reclamare tradizionale intitolata a Federico Leitner, vinta dal favorito Feeling Right, capace di ovviare ad un break non brillantissimo e di rimontare Far Oer per batterlo a fil di palo. Il mercoledì proponeva le eliminatorie dei Circuiti Mile e Classic a Milano; sui 1.600 metri per la 2^ eliminatoria del Mile, colpiva Sopran Papavera che al largo di tutti in lunga progressione resisteva al finale tutto per vie interne di It Is Now. Sul doppio chilometro di chiusura di giornata per la 1^ eliminatoria del Classic, Addaveni non lasciava spazio a nessuno, presentandosi facile e allungando altrettanto bene, mentre Rocolet da dietro faceva il secondo. Nella prova di apertura intitolata a Franco Baraldi per le amazzoni e i cavalieri si è sviluppato un incandescente testa a testa tra il battistrada Zaandam e l’attaccante Lechro, con quest’ultima che la spuntava sul tempo di galoppo e dopo fotografia. Galoppo che non si ferma e già sabato 27 ha in programma un altro grande appuntamento stagionale, il Premio Ambrosiano, corsa di Gruppo III riservato ai cavalli di 4 anni ed oltre. Nella stessa riunione presenti l’Handicap di Primavera e il Premio BBag, condizionata per femmine di 3 anni.

RED/Agipro

Foto credits: Dena-Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password