Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 19/09/2020 alle ore 20:11

Attualità e Politica

10/07/2020 | 11:15

Giochi fermi a Bolzano, l'associazione As.Tro al presidente Kompatscher: "Sale non assimilabili a discoteche, lo stop a oltranza è arbitrario e discriminatorio"

facebook twitter google pinterest
giochi bolzano astro

ROMA - Le attività delle sale da gioco presentano rischi minori rispetto a quelle che si svolgono in altri locali come palestre o centri benessere, e il blocco a oltranza deciso dalla Provincia di Bolzano risulta discriminatorio. L'associazione dei gestori slot As.Tro ribadisce le sue posizioni all'amministrazione dopo i chiarimenti ricevuti dal presidente Arno Kompatscher sulle ragioni del fermo prolungato per il settore in tutta la provincia. Le sale dovranno rimanere chiuse fino al 14 luglio, una scelta «una scelta politica arbitraria e discriminatoria» secondo l'avvocato Isabella Rusciano del Centro Studi As.Tro. Una simile decisione, scrive l'avvocato, «non può trovare spazio nell’elaborazione dei provvedimenti amministrativi legati all’emergenza sanitaria» e rischia «di innescare facili contenziosi a opera delle aziende di gioco danneggiate da questo periodo di ulteriore inattività, che per qualcuna di esse potrebbe essere senza ritorno». Secondo As.tro le attività di gioco non possono essere assimilate alle discoteche tenendo semplicemente conto dell'afflusso di persone e della presenza di queste all'interno di un locale chiuso. «Si fa fatica a comprendere - continua la Rusciano - come sia stato possibile consentire la ripartenza dei centri benessere, centri termali, ristoranti, palestre, pub che pure sono attività che si svolgono al chiuso e, potenzialmente, presentano rischi uguali (o forse maggiori) rispetto alle attività di gioco dove il contingentamento degli ingressi ed il mantenimento delle distanze appare essere più facilmente realizzabile». Il tutto in una zona che, come confermato dallo stesso Kompatscher, «la situazione epidemiologica è costantemente migliorata e risulta attualmente stabile». LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password