Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/09/2018 alle ore 20:40

Attualità e Politica

28/08/2018 | 17:15

Crisi Campione, il sindaco Salmoiraghi: "Senza le entrate del casinò sarà impossibile presentare il bilancio comunale"

facebook twitter google pinterest
Crisi Campione sindaco Salmoiraghi casinò

ROMA - «Questo è un dramma e nessuno interviene, nessuno si vuole sedere ad un tavolo o dirci come muoverci, è una situazione che non si capisce a meno che dietro non ci sia un disegno che riguarda tutte le case da gioco». Lo ha detto nel corso di una conferenza stampa Roberto Salmoiraghi, sindaco di Campione d'Italia, il comune in ginocchio per la crisi del Casinò, dichiarato fallito e chiuso dalla fine di luglio. La casa di gioco rappresenta la più importante fonte economica dell'enclave e, ha ricordato il sindaco, i 103 dipendenti comunali sono senza stipendio da febbraio e i 500 lavoratori della casa di gioco sono disoccupati. «Come Comune ad ottobre dobbiamo presentare il bilancio, ma se non ci arriva un franco dalla casa di gioco come possiamo farlo?», ha chiesto durante la conferenza stampa il sindaco che ha anche duramente replicato a chi chiede le sue dimissioni. «Io da parte non mi faccio: mi si deve spiegare perché la mia amministrazione che ha solo pagato i debiti della passata, debba fare un passo indietro: noi siamo stati eletti in modo democratico, non con un colpo di Stato e il commissario non risolverà certo i problemi del casinò, di cui si stanno già occupando i curatori fallimentari».
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password