Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/05/2019 alle ore 19:35

Attualità e Politica

07/02/2019 | 15:00

Decretone, Servizio Bilancio corregge il Governo: fenomeno "totem" diffuso nei territori che hanno espulso il gioco legale

facebook twitter google pinterest
Decretone gioco illegale Servizio Bilancio Governo stime totem

ROMA - Il Governo ha stimato di recuperare circa 65 milioni di euro dalla stretta sul gioco illegale prevista dal Decretone su reddito di cittadinanza e quota 100, ma i conti non tornano ai tecnici del Servizio Bilancio del Senato, che invece sottolineano alcune criticità: innanzitutto i «tempi tecnici di implementazione» del piano di controlli («che si riflettono sulla tempistica del recupero di gettito associato»), oltre alla natura stessa di tali disposizioni che «dovrebbero dar luogo ad un recupero di gettito tendente a diminuire nel tempo».
Nella Relazione Tecnica che accompagnava il Decretone, il Governo aveva espresso la volontà di «aumentare l'efficacia dell'azione repressiva nei confronti dei cosiddetti "totem", apparecchi che consentono all'utente di fruire di servizi di gioco illegali», che contribuiscono «anche alla riduzione della raccolta tramite AWP (passata dai 25,5 miliardi di euro del 2017 ai circa 24 miliardi di euro del 2018)». Tali apparecchi, scriveva il Governo nella Relazione Tecnica, sono «in diffusione soprattutto nei territori che hanno adottato provvedimenti restrittivi o espulsivi del gioco legale», come la provincia di Bolzano, l'Emilia-Romagna e il Piemonte, e il fenomeno «può essere incentivato dall'aumento degli oneri di gestione previsto per gli apparecchi legali».
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password