Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 26/07/2021 alle ore 15:02

Attualità e Politica

25/01/2021 | 10:49

Dpcm, Fapi: "Governo in ritardo, imprese attendono ancora i ristori. Troppe norme frenano la ripresa economica"

facebook twitter pinterest
Dpcm Fapi Governo imprese ristori ripresa

ROMA - «Il Governo Conte si è dimostrato bulimico di norme, rapido e prolifico quando si tratta di emanare regole, mentre alquanto lento quando si tratta di affrontare le vere emergenze, a cominciare da quella economica ed occupazionale. Intanto la crisi di Governo prosegue mentre tante imprese attendono ancora i ristori». Lo ha detto il presidente nazionale della Federazione autonoma piccole imprese (Fapi), Gino Sciotto. «Secondo uno studio condotto dalla Cgia di Mestre l'emergenza Covid - aggiunge - ha fatto esplodere la burocrazia: tra Dpcm, circolari e ordinanze nel 2020 sono state prodotte 450 misure legislative. Si tratta di una molteplicità di norme che frenano la ripresa economica», conclude. 
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password