Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 17/07/2019 alle ore 19:01

Attualità e Politica

23/01/2019 | 10:35

Giochi in Piemonte, Molinari (Capogruppo Camera Lega): "La Legge regionale rischia di uccidere un settore sano"

facebook twitter google pinterest
GIOCHI IN pIEMONTE MOLINARI LEGA CAMERA

ROMA - «Non si può uccidere un settore sano, che contribuisce a combattere il gioco illegale e fornisce molte entrate allo Stato, promuovendo una legge che, pur partendo da buoni propositi, rischia di fare molti danni». E' il pensiero di Riccardo Molinari, capogruppo della Lega Nord alla Camera dei Deputati, che "attacca", così, la legge regionale piemontese sul gioco, ma rivendica il lavoro svolto dal Governo sul settore, in un'intervista a  "Il Piccolo". «Con il Decreto Dignità abbiamo posto un limite alla possibilità di fare pubblicità al gioco d'azzardo. Un contrasto serve, ma non deve colpire imprenditori che cercano solo di fare il proprio lavoro. - ha spiegato Molinari - La legge regionale non ha toccato le sale Vlt, quelle che sembrano casinò e che funzionano indisturbate, accettando anche le banconote. Basta spostarsi di pochi chilometri per trovarsi in un'altra provincia dove tutto è rimasto come prima». 


RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password