Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/12/2018 alle ore 21:17

Attualità e Politica

24/07/2018 | 09:18

Giochi, Gamenet acquista Goldbet per 265 milioni di euro

facebook twitter google pinterest
Giochi Gamenet Goldbet

ROMA - Gamenet ha sottoscritto un contratto vincolante per l'acquisizione del 100% di GoldBet, che gestisce una rete fisica di 990 negozi scommesse, è titolare anche della concessione per la raccolta di giochi e scommesse online - incluse piattaforme mobili - ed ha chiuso l’esercizio 2017 con un EBITDA pari a 40 milioni di euro, un EBIT di 34 milioni, un utile netto pari a 23 milioni; stima, inoltre, un EBITDA per il periodo di 12 mesi chiuso al 30 giugno 2018 di circa 50 milioni. Il controvalore dell'operazione è di 265 milioni di euro. Di tale importo, 240 milioni, rettificati con il valore della posizione finanziaria netta saranno corrisposti per cassa al closing previsto tra la fine del terzo e l'inizio del quarto trimestre 2018 mentre gli altri 25 milioni saranno corrisposti successivamente, in un arco temporale di medio periodo, subordinatamente al verificarsi di determinate condizioni previste nel contratto. 
Secondo quanto dichiarato dal Gruppo, l’acquisizione consentirà a Gamenet di assumere una posizione di leadership in Italia nel settore dei giochi in multi-concessione, in particolare nel settore delle scommesse sportive, e di aumentare in maniera significativa il grado di diversificazione del portafoglio prodotti e la profittabilità, a livello di EBITDA, EBIT e Utile Netto. 

Sulla base dei dati dei primi 6 mesi del 2018, la combined entity sarebbe il primo operatore di scommesse in Italia, con una quota di mercato complessiva nel segmento pari a circa il 18% (21% nelle scommesse sportive su rete fisica, 7% nell’online betting e 33% nel virtual betting). Dall’integrazione di GoldBet, il Gruppo Gamenet prevede significative sinergie di costo che, a regime, nell’arco dei 18-24 mesi successivi al Closing, sono stimate su base annuale in circa 12-15 milioni di euro, e anche rilevanti sinergie a livello di ricavi, in particolare sul virtual betting. L’acquisizione sarà finanziata mediante debito bancario (UniCredit e Nomura hanno rilasciato un committed bridge) ovvero mediante ricorso al mercato obbligazionario.
Il closing, previsto tra la fine del terzo trimestre ed il quarto trimestre 2018, è soggetto al verificarsi delle usuali condizioni sospensive per questo genere di operazioni, tra le quali si segnalano l’approvazione da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e l’autorizzazione dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password