Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 12/12/2018 alle ore 16:00

Attualità e Politica

09/05/2018 | 08:21

Napoli, imprenditori per conto dei clan: arrestati tre fratelli, sequestrata un'agenzia di scommesse

facebook twitter google pinterest
Napoli imprenditori clan agenzia scommesse

ROMA - La Direzione investigativa antimafia di Napoli sta eseguendo una misura di custodia cautelare emessa dal gip partenopeo nei confronti di tre fratelli, Gabriele, Francesco e Giuseppe Esposito, imprenditori con interessi nel settore della commercializzazione e distribuzione di giocattoli, delle agenzie di scommesse, della ristorazione e proprietari di in un noto locale per serate danzanti ed eventi, a cui viene contestato il reato di intestazione fittizia di beni con l'aggravante di aver commesso il fatto al fine di agevolare le attività dei clan Contini e Sarno. La misura cautelare riguarda anche le mogli di due degli imprenditori (alle quali il gip ha riconosciuto il beneficio dei domiciliari) e un terzo soggetto, Diego Della Monica, ritenuto un prestanome. La Dia ha sequestrato anche depositi e negozi per la commercializzazione e distribuzione di giocattoli a Napoli, in provincia e nel Casertano, un bar/ristorante nel quartiere di Chiaia a Napoli e una discoteca nella zona di Cornelio. I fratelli erano già stati arrestati a luglio 2017 per un'inchiesta che riguardava intestazioni fittizie di beni per conto di clan, centrata sulla sala scommesse di piazza Mercato - con un giro d'affari ingente e sequestrata anche oggi dalla Dia - ma erano stati scarcerati dal Riesame. 
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

tar bolzano giochi vlt

Giochi, Tar Bolzano sospende chiusura di tre sale vlt

12/12/2018 | 15:05 ROMA - Sono state momentaneamente sospese dal Tar Bolzano le chiusure di tre sale vlt del capoluogo altoatesino, per le quali il Comune aveva disposto lo stop all'attività. Nei decreti urgenti firmati dalla presidente Edith...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password