Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/08/2018 alle ore 20:40

Attualità e Politica

03/08/2018 | 12:09

Scommesse, Commissione Tributaria Firenze assolve 21 centri Stanleybet: “Imposta unica non dovuta anche per il 2011”

facebook twitter google pinterest
Scommesse Stanleybet Imposta unica

ROMA - I centri affiliati al bookmaker Stanleybet non sono tenuti a versare l’imposta unica sulle scommesse, per gli anni precedenti al 2011, quest’ultimo incluso. E’ quanto ha stabilito la Commissione Tributaria Provinciale di Firenze che «ha emesso in questi ultimi giorni ben 21 sentenze a favore di Stanleybet e dei titolari dei centri affiliati, difesi dall’avvocato Daniela Agnello per le annualità dal 2007 al 2011».
La Commissione di Firenze, si legge in una nota, «ha ritenuto meritevoli di accoglimento i ricorsi dell’avv. Agnello avverso gli avvisi di accertamento in materia di imposta unica».
La Commissione ha ritenuto «decisiva» e di «assorbente importanza» la sentenza della Corte Costituzionale - che a febbraio ha stabilito come sia legittimo chiedere le imposte ai centri Stanleybet solo dal 2011 in poi - affermando che «non può aver luogo la traslazione dell’imposta, giacché l’entità delle commissioni pattuite fra ricevitore e bookmaker si era cristallizzata sulla base del quadro regolatorio, anche sotto il profilo tributario».
La Commissione ha accolto i ricorsi presentati dalla Stanleybet e dalle ricevitorie affiliate e ha annullato gli avvisi di accertamento anche per il 2011.
Il Collegio ha, inoltre, citato la sentenza della Commissione Tributaria Regionale della Toscana secondo la quale «l’obbligazione facente capo al coobbligato Stanleybet esiste solo in quanto esiste l’obbligazione principale facente capo all’altro soggetto […] e che, venuto meno l’obbligo solidale nel versamento dell’imposta del soggetto principale, viene meno anche l’obbligo nei confronti della società estera».
Sulla questione, si legge ancora nella nota, «si auspica l’intervento della Corte di Giustizia UE per accertare, in via definitiva, che l’imposta applicata ai centri Stanleybet è in contrasto con il diritto eurounitario».
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password