Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 04/12/2020 alle ore 19:01

Attualità e Politica

06/11/2020 | 13:30

Stop a giochi e scommesse, De Zolt (Filcams Cgil): "Incomprensibile la chiusura su tutto il territorio, lavoriamo per un dialogo con il Governo"

facebook twitter google pinterest
Stop giochi scommesse De Zolt Filcams Cgil

ROMA - Riprendere il dialogo con il Governo per consentire il prima possibile la riapertura delle sale giochi. Luca De Zolt di Filcams Cgil spiega quali saranno i prossimi passi del sindacato a supporto dei lavoratori del settore, di nuovo fermi dopo il lockdown della scorsa primavera. «Già prima del Dpcm del 24 ottobre avevamo condiviso con Fipe e Confcommercio un avviso comune per dare un segnale alle istituzioni ed evitare un impatto così drastico - spiega De Zolt ad Agipronews - Non si capisce come mai le sale siano state chiuse in tutte e tre le zone di rischio individuate dal Governo, una differenza che invece è stata tenuta presente per altre attività». Il sindacato tornerà quindi a chiedere «che si riprenda in sicurezza, con i limiti del caso. Il trattamento deve essere uniforme con le altre attività». Sul settore, peraltro, a pesare non sono solo le conseguenze della pandemia: «All'impatto dell'emergenza epidemiologica si unisce anche quello delle regolamentazioni locali su distanziometro e limiti orari. La situazione non ha permesso il lavoro di rimappatura che avevamo chiesto sui luoghi sensibili e sulla collocazione delle sale. La conseguenza è che l'impoverimento dei lavoratori del settore è molto forte, l'impatto degli ammortizzatori sociali è alto e sappiamo per certo che molte sale non potranno più riaprire». LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password