Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 17/07/2018 alle ore 20:43

Attualità e Politica

14/02/2018 | 18:47

Gioco patologico, Aosta: stop a un’altra riduzione per l’orario delle slot

facebook twitter google pinterest
aosta

ROMA - Si va verso lo stop a un’ulteriore riduzione dell'orario di esercizio di slot machine e videolottery ad Aosta. La prima commissione consiliare 'Sviluppo economico e culturale' ha espresso parere favorevole a maggioranza alla sospensione di due punti del regolamento sulle sale giochi approvato all'unanimità a fine 2016 e finalizzato al contrasto del gioco patologico. Dall'entrata in vigore del regolamento, lo scorso aprile, le macchinette avevano il vincolo di accensione per 11 ore al giorno, non consecutive – dalle 9 alle 12, dalle 15 alle 19 ed infine dalle 21 alle 1 di notte – che sarebbero dovute scendere a 8 ore massime giornaliere entro l'aprile 2019, e che sarebbe dovuto diminuire di un'ora quest'anno, riporta AostaSera.it. Il prossimo passaggio è la votazione in Consiglio comunale, convocato dal 21 febbraio prossimo. «Questa sospensione serve a far sì che il Celva (il Consorzio degli Enti Locali della Valle d'Aosta, ndr) possa adattare il nostro regolamento anche ai comuni limitrofi, e per chi vive al limite tra due comuni, per evitare spostamenti di giocatori d'azzardo. Gli esercizi commerciali che stanno sui confini hanno magari incassi sbilanciati, se vogliamo che la nostra sia una comunità 'educante' serve una uniformità di trattamento, e non ridurre di un'ora l'orario non è grave, l'obiettivo è di scendere comunque a 8» ha spiegato il Presidente della Commissione Pietro Verducci (Pd). «Le otto ore sono state una valutazione politica fatta dal Consiglio comunale, nessuno studio scientifico ci ha detto che otto siano meglio di dieci o undici», ha sottolineato invece il sindaco Fulvio Centoz. AG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password