Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/11/2018 alle ore 21:16

Attualità e Politica

29/10/2018 | 15:51

Giochi in Basilicata, Mollica (Cons. Reg.): "Prevenzione e informazione sono fondamentali, legge regionale va aggiornata"

facebook twitter google pinterest
basilicata giochi mollica consiglio regionale

ROMA - «Come Consiglio regionale abbiamo inteso mettere in campo il progetto per la prevenzione e la lotta al gioco d'azzardo patologico, in collaborazione con le scuole e vogliamo proseguire su questa strada avendo esaurito solo il primo step di un programma più esauriente e complessivo. Per la lotta alla ludopatia c’è la ferma volontà di ribadire con forza i contenuti della legge regionale 30 del 2014 che ha sicuramente bisogno di ulteriori aggiornamenti e rivisitazioni tenendo ben presente l'importanza dell'art.5, che parla di una nuova informazione sanitaria laddove esistono i luoghi per il gioco d'azzardo». Lo ha detto il consigliere regionale della Basilicata Francesco Mollica intervenendo alla presentazione del progetto "Gioca, Ascolta, Previeni. Vincere la ludopatia è un gioco da ragazzi", iniziativa promossa dal Consiglio regionale della Basilicata e dall'Associazione genitori di Basilicata (Age). «Occorre continuare il progetto partendo proprio dai risultati e dai vari report che incoraggiano ad andare avanti in sinergia con i vari attori operanti sul territorio. – ha spiegato ancora Mollica - E' importante il ruolo di ogni soggetto, di ogni Istituzione e di ogni associazione. Alla Regione Basilicata è stato assegnato un finanziamento di mezzo milione di euro da dividere per le due province, finanziamento fino ad ora servito essenzialmente alla cura. Diviene altresì fondamentale il momento della prevenzione e in questo riveste un ruolo importante l'intera società. Non bisogna arrendersi - ha concluso Mollica - ma rafforzare la rete di relazioni ed il rapporto tra scuola, famiglia e ragazzi e istituzioni che non devono mai esimersi dal compiere fino in fondo il proprio dovere. Fondamentale l'Osservatorio regionale stabilito con la legge del 2014 ma oltre alla stretta connessione in rete, divengono essenziali le azioni di informazione e di inversione di tendenza». 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password