Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 17/10/2019 alle ore 13:56

Attualità e Politica

07/06/2019 | 17:01

Casinò di Campione, Candiani (sott.Min.Interno): "Riaprire la casa da gioco, ma escludere il Comune"

facebook twitter google pinterest
casinò campione emendamento candiani

ROMA - Sarà votato la prossima settimana l’emendamento “salva-Campione”, proposto nell'ambito del Decreto Crescita, ma nel frattempo il provvedimento diventa anche un caso politico tra gli alleati del governo giallo-verde. Dopo le dichiarazioni del grillino Giovanni Currò, secondo cui l'intesa è stata trovata, risponde - riporta il Corriere di Como - il sottosegretario all’Interno Stefano Candiani, esponente della Lega. «L’emendamento ha subito alterne vicende – dice Candiani – Siamo pronti a trasferire 5 milioni di euro l’anno a Campione, ma vogliamo essere sicuri che questi soldi siano finalizzati in modo esplicito a far funzionare il Comune e quindi a garantire i servizi ai cittadini. Destiniamo le risorse esclusivamente al municipio, perché possa svolgere i suoi compiti in favore dei residenti». Anche Candiani assicura comunque che l’emendamento sarà votato all’inizio della prossima settimana. Il sottosegretario parla poi anche del casinò. «La casa da gioco deve riaprire perché l’economia del paese si fonda quasi esclusivamente sul casa da gioco – dice l’esponente del Carroccio – Vogliamo però che si riparta con caratteristiche che possano proteggere la casa da gioco da conseguenze legate a una cattiva gestione, come quelle che hanno portato al fallimento e alla drammatica situazione attuale. Il nostro obiettivo è privilegiare una soluzione che mantenga la società di gestione in mano totalmente pubblica, ma escludendo il Comune. Dal commissario attendiamo intanto una proposta di piano industriale con una soluzione che sia sostenibile a livello economico e finanziario». RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password