Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/05/2021 alle ore 19:01

Attualità e Politica

22/01/2021 | 10:31

Casinò di Campione, chiesta proroga di tre mesi per il deposito del piano di salvataggio

facebook twitter pinterest
casinò campione piano salvataggio

ROMA - Una richiesta di proroga di almeno 90 giorni: è la richiesta presentata al Tribunale fallimentare di Como dalla società di gestione del casinò di Campione, per depositare le integrazioni al concordato. I tempi concessi per il deposito, riporta "Il Giorno", scadevano alla mezzanotte di martedì, in vista dell’udienza del 1° febbraio. Ma la società ha chiesto nuovamente tempo, invocando tre differenti criteri, dettagliati dall’Amministrazione comunale di Campione. «La società e i consulenti nominati – premettono - hanno lavorato alacremente, ma occorre assolutamente più tempo. II termine di quindici giorni pur apprezzabilmente concesso dal Tribunale per l'aggiornamento dell'accordo di ristrutturazione, ormai del tutto superato in quanto realizzato oltre due anni e mezzo fa prima della dichiarazione di fallimento, è risultato troppo breve per consentire tale attività». Ci sono poi gli aspetti pratici: «La società – ha spiegato l'Amministrazione - ha avuto modo di tornare nella disponibilità dell'immobile che ospitava il Casino dopo quattro giorni l'avvio del predetto termine, e ancora oggi non é potuta entrare nel possesso di tutti i beni di sua proprietà». In ogni caso, le attività necessarie alla redazione del piano concordatario sono state avviate subito, con un risultato ritenuto importante: «Le prime rilevazioni effettuate evidenziano la sostenibilità del progetto di risanamento della società con la ripresa dei flussi finanziari a favore del Comune di Campione e l'assolvimento in termini apprezzabili dell'indebitamento pregresso nei confronti di tutti i creditori». Assolvimento che tuttavia «risulta di entità ben più elevata rispetto a quanto ottenibile dal fallimento della Casa da Gioco e con la definitiva cessazione della sua esistenza». La società, garantisce l’Amministrazione, è infatti in grado di generare notevoli utilità economiche se messa in condizione di riattivare la propria attività garantendo un'idonea occupazione locale. RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password