Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/11/2017 alle ore 10:02

Attualità e Politica

15/06/2017 | 14:40

Global Starnet, “impasse” per il rilascio su cauzione di Francesco Corallo: a St.Maarten manca la sorveglianza elettronica

facebook twitter google pinterest
corallo global starnet cauzione sorveglianza saint maarten

ROMA - Un contrattempo “tecnico” sta bloccando la decisione della Corte di St. Maarten in merito alla richiesta di rilascio su cauzione presentata da Francesco Corallo quasi un mese fa. Secondo quanto riporta The Daily Herald, il Governo dell’isola caraibica ha un problema contrattuale con i braccialetti elettronici acquistati dalla Fennix Global Technologies per la sorveglianza elettronica dei detenuti momentaneamente rilasciati: le spese di manutenzione e aggiornamento per i 25 dispositivi acquistati nel 2015 avrebbero raggiunto i 200 mila dollari, ma la somma finora non è stata pagata. L’inadempimento del contratto, siglato dall’ex ministro della giustizia Edson Kirindongo e dal direttore del carcere di Pointe Blanche, Edward Rohan, è stato segnalato all’attuale titolare del ministero, Rafael Boasman, che per il momento ha però rifiutato di incontrare i rappresentanti della società. I 25 braccialetti acquistati sono dunque inutilizzabili, poiché il personale carcerario non ha mai ricevuto le istruzioni per l’uso dei dispositivi. Corallo dovrà attendere, mentre si aspetta ancora l’esito (previsto entro il 21 giugno) sulla richiesta di estradizione presentata dalle autorità italiane: l’azionista di riferimento della Global Starnet è accusato dalla Procura di Roma di riciclaggio e peculato. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password