Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/10/2018 alle ore 20:41

Attualità e Politica

03/10/2018 | 18:05

Pubblicità dei giochi, Parlamento UE: "Stati membri non ostacolino trasmissioni tv dall'estero"

facebook twitter google pinterest
direttiva ue media audiovisivi pubblicità

ROMA - «Le misure adottate da uno Stato membro per attuare il proprio regime nazionale in materia di tutela dei consumatori, anche per quanto concerne la pubblicità del gioco d'azzardo, dovrebbero essere giustificate, proporzionate all'obiettivo perseguito e necessarie ai sensi della giurisprudenza della Corte. In ogni caso, uno Stato membro ricevente non deve adottare misure che ostino alla ritrasmissione, sul proprio territorio, di trasmissioni televisive provenienti da un altro Stato membro». E' questa la posizione del Parlamento europeo, definita in prima lettura ieri, 2 ottobre, in vista dell'adozione della direttiva sui servizi di media audiovisivi aggiornata in base all'evoluzione delle realtà del mercato. Il Parlamento evidenzia anche la necessità di «tutelare efficacemente i minori dall'esposizione a comunicazioni commerciali audiovisive connesse alla promozione del gioco d'azzardo». In tale contesto  - si legge ancora nel testo proposto in fase di approvazione della direttiva - a livello dell'Unione e nazionale «esistono vari regimi di autoregolamentazione o di coregolamentazione intesi a promuovere il gioco d'azzardo responsabile, anche nelle comunicazioni commerciali audiovisive».

RED/Agipro

 

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password