Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/09/2020 alle ore 19:00

Attualità e Politica

05/08/2020 | 15:50

Europol: corruzione nello sport, 120 milioni di euro all’anno incassati dalla criminalità

facebook twitter google pinterest
europol match fixing scommesse sportive

ROMA – I proventi criminali annuali globali derivanti dalle partite truccate, realizzati grazie alle scommesse, sono stimati in 120 milioni di euro. È quanto emerge dal rapporto “Il coinvolgimento di gruppi criminali organizzati nella corruzione sportiva” pubblicato dall’Ufficio Europeo di Polizia (Europol). La relazione evidenzia il legame tra corruzione sportiva e la criminalità organizzata: le caratteristiche delle reti criminali, la loro struttura e il loro modus operandi. Inoltre, il rapporto analizza i diversi tipi di partite truccate come la forma più importante di corruzione sportiva monitorata da Europol.

La lotta alla corruzione sportiva e al match fixing parte da lontano visto che, nel 2014, Europol ha dato vita a un progetto operativo dedicato (Analysis Project Sports Corruption) con l'obiettivo di sostenere le indagini degli Stati membri dell’Unione Europea. La corruzione sportiva coinvolge gruppi di criminalità organizzata che operano a livello transnazionale e spesso viene utilizzata per il riciclaggio di denaro su vasta scala. Le scommesse online sono sempre più utilizzate dalla malavita per manipolare le competizioni sportive: di solito vengono prese di mira competizioni di livello inferiore in discipline quali il calcio e il tennis.

CALCIO - Il calcio rimane lo sport più manipolato dai gruppi criminali organizzati internazionali a causa della sua popolarità in tutto il mondo, della sua dimensione finanziaria e del grande mercato delle scommesse ad esso collegato. I criminali tendono a coinvolgere sempre più spesso i giocatori che hanno un ruolo specifico all'interno della squadra (portieri, difensori, capitano) così da destare meno sospetti in caso di errore volto a raggiungere un determinato obiettivo.

TENNIS - Essendo il tennis, probabilmente, lo sport individuale per eccellenza, risulta ancora più facile riuscire a truccare le partite visto il limitato numero di elementi chiave (giocatore e giudice di sedia). La manipolazione delle partite di tennis vede coinvolte specialmente gruppi eurasiatici.

COVID-19 - Non bisogna poi dimenticare l’impatto che la pandemia di Coronavirus ha avuto nel 2020. La chiusura globale dello sport professionistico ha avuto un impatto dirompente sulla manipolazione delle scommesse. Nonostante il numero limitato di partite, le organizzazioni criminali si sono adattate rivolgendo le loro attenzioni su gare giovanili o di livello inferiore. Un altro effetto della pandemia sono le "partite fantasma" nel calcio, in cui i manipolatori pubblicizzano lo svolgimento di eventi inesistenti al fine di trarre profitti dai mercati che offrivano tali partite. L’ultimo esempio in ordine di tempo è avvenuto in Ucraina, proprio durante il lockdown. Il trucco era realizzato nei minimi dettagli e pubblicizzato su social media, blog o siti web falsi dove venivano creati formazioni, statistiche e risultati delle partite inesistenti.

GB/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password