Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 15/11/2018 alle ore 20:37

Attualità e Politica

18/10/2018 | 10:37

Ricerca ISS, Fanelli (ADM): “I dati confermano la bontà del nostro lavoro. Serviranno anche alla politica e agli operatori”

facebook twitter google pinterest
fanelli ricerca giochi azzardo Iss adm

ROMA - I dati emersi dall'indagine dell'Istituto Superiore di Sanità «ci confermano che le azioni di contrasto al gioco patologico già poste in essere dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli vanno nella giusta direzione, ma siamo solo all’inizio». Lo ha detto Roberto Fanelli, direttore per i giochi dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, nel corso del convegno "Il gioco d’azzardo in Italia", in corso all'Istituto Superiore di Sanità. Con questa ricerca, «abbiamo cercato di acquisire - per la prima volta - dei dati completi e affidabili su un fenomeno che riguarda diversi aspetti (sanitario, economico e sociale)», coordinandoci «in maniera efficace per affrontare una problematica dal forte impatto mediatico», ha spiegato. L'obiettivo era «mettere a disposizione del decisore politico e degli operatori dei dati utili a prendere delle decisioni di carattere normativo ed amministrativo. Stiamo già lavorando ad altre misure per rendere più sicuri e di qualità i prodotti di gioco - con l'introduzione della tessera sanitaria, per cui servirà adeguare i software e gli apparecchi - al fine di limitare i fenomeni di problematicità legati al gioco patologico. L’occasione più appropriata è sicuramente il decreto Dignità che promuove il riordino normativo del settore del gioco», ha continuato. In futuro, «vogliamo aumentare l'intervallo tra le partite e prevedere un blocco automatico degli apparecchi. Inoltre puntiamo a un forte contrasto all'illegalità e, in particolare, dobbiamo incrementare il contrasto al gioco minorile, con l'aiuto delle forze di polizia», ha spiegato. «I punti vendita dovrebbero avere delle caratteristiche comuni, prevedendo controllo all'ingresso e formazione degli operatori. Ridurre il numero dei punti vendita è una scelta giusta, perché facilita i controlli». MSC/Agipro

Ricerca ISS, Fanelli (ADM): "In 18 mila si sono iscritti al registro delle autoesclusioni on line, ora puntiamo ad estenderlo anche al gioco fisico

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password