Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 30/10/2020 alle ore 19:02

Attualità e Politica

24/07/2020 | 10:54

Giochi, Cassazione conferma arresti domiciliari per il gestore di una bisca a Caltanissetta

facebook twitter google pinterest
giochi cassazione bisca

ROMA - Arresti domiciliari confermati per il gestore di una bisca in provincia di Caltanissetta, indagato per diversi reati tra cui associazione mafiosa e truffa aggravata. La Seconda sezione penale ha confermato la misura cautelare disposta a fine 2019 dal Gip del Tribunale di Gela e dal Tribunale di Caltanissetta, dichiarando inammissibile il ricorso dell'imputato. Il provvedimento del Tribunale, scrivono i giudici, «ha indicato gli elementi fattuali che dimostravano la sussistenza delle esigenze cautelari, considerando sia la particolare propensione a delinquere dell'indagato, sia la negativa personalità del prevenuto, evidenziata dai gravi precedenti per partecipazione ad associazione mafiosa». L'indagato aveva il ruolo «di organizzatore delle partite cui invitava volta a volta le vittime predestinate, oltre che di attivo partecipe alle attività fraudolente di gioco, fonte di lucrosi guadagni». È inoltre irrilevante, secondo il Collegio, la considerazione sugli «sporadici episodi truffaldini in relazione alle singole partite organizzate»: un'argomentazione che «omette di considerare il profilo organizzativo dell'allestimento della bisca», che comprende la stipula di un contratto di locazione dei locali, la presenza di arredi, attrezzature tecniche, mazzi di carte, l'uso di «uno specifico strumento informatico per alterare i risultati delle partite» e la «ripartizione dei guadagni tra gli associati». LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password