Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 20/07/2019 alle ore 10:46

Attualità e Politica

17/06/2019 | 10:31

Giochi, Cassazione: "Apparecchi illegali, è reato solo se si dimostra il fine di lucro"

facebook twitter google pinterest
giochi cassazione totem apparecchi azzardo

ROMA - La presenza di apparecchi di gioco non autorizzati (i cosiddetti "totem") in un negozio o in una sala non prova necessariamente il reato di gioco d’azzardo abusivo. È quanto ha ribadito la Terza sezione penale della Corte di Cassazione nella sentenza che ha ritenuto fondati i ricorsi presentati da una esercente e un gestore calabresi, condannati alla pena di giustizia dal Tribunale di Cosenza e dalla Corte di appello di Catanzaro. Nel locale dell'indagata erano stati trovati quattro apparecchi da gioco non autorizzati, di proprietà del gestore, il cui funzionamento «avveniva tramite introduzione di banconote e carte prepagate, che consentivano, mediante la connessione alla rete, l'esercizio di giochi riproducenti le regole del poker». Tuttavia, spiegano i giudici, manca la prova che tali apparecchi fossero effettivamente utilizzati per trarne guadagno: «Ai fini dell'accertamento del reato di esercizio di giuochi d'azzardo - si legge nella sentenza - è necessaria la prova dell'effettiva esistenza di mezzi atti ad esercitarlo, dell'effettivo svolgimento di un gioco e, qualora si tratti di apparecchi automatici da gioco di natura aleatoria, dell'effettivo utilizzo dell'apparecchio per fini di lucro accertare che lo stesso sia potenzialmente utilizzabile per l'esercizio del gioco d'azzardo». In questo caso il Tribunale e la Corte di appello «non hanno fatto buon governo dei principi ora indicati», avendo ritenuto "intrinseco" agli apparecchi il fine di lucro, ma «senza compiere alcun accertamento concreto, desumibile, ad esempio, dal valore della posta ovvero dai premi erogabili». La sentenza è stata quindi annullata con rinvio alla Corte di appello di Catanzaro.  LL/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password