Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 15/09/2019 alle ore 08:32

Attualità e Politica

02/03/2019 | 14:58

Giochi, la proposta di legge Fregolent (Lega): "No alle sale a meno di 500 metri dai luoghi sensibili"

facebook twitter google pinterest
giochi fregolent

ROMA - Disciplinare la pratica e l'esercizio del gioco «in tutto il territorio nazionale». È l'obiettivo del disegno di legge presentato il 18 febbraio dalla senatrice Sonia Fregolent (Lega), sui "Criteri di installazione di nuovi apparecchi da intrattenimento con vincita in denaro e di sistemi da gioco videolottery, nonché pratica ed esercizio del gioco d'azzardo e dei giochi con vincita in denaro". Il disegno di legge «vieta l'apertura di nuove sale giochi con apparecchi con vincita di denaro e di sale di raccolta scommesse nonché la collocazione di ulteriori apparecchi per il gioco d'azzardo lecito e di ulteriori sistemi di Video Lottery Terminal, in locali che si trovino a una distanza minore di 500 metri dai luoghi sensibili e minore di 100 metri dai luoghi che commercializzano denaro, oro o oggetti preziosi».
Per luoghi sensibili si intende «istituti scolastici di ogni ordine e grado, comprese le strutture della prima infanzia e le scuole dell'infanzia». Sono inclusi anche i centri di aggregazione giovanile; gli impianti sportivi; i luoghi di culto, oratori e patronati; «strutture ricettive per categorie protette»; strutture residenziali o semi-residenziali operanti in ambito sanitario o socio- sanitario; centri culturali aperti al pubblico; stazioni di treni e di autobus; aree verdi attrezzate e parchi giochi in genere; caserme militari. Per luoghi che commercializzano denaro, oro o preziosi si considerano gli sportelli bancari, postali o bancomat; le agenzie di prestiti e di pegno; i locali in cui si eserciti l'acquisto di oro, argento o oggetti preziosi. 

Il progetto di legge punta anche sugli orari di apertura e di chiusura delle sale gioco e sulle violazioni alle regole: oltre alla sanzione pecuniaria, è prevista una sanzione accessoria di sospensione sino a tre mesi dell'attività. In caso di recidiva nelle violazioni, c'è la sospensione dell'attività per finire con «la revoca e la decadenza del titolo abilitativo». Le sale gioco - si stabilisce - dovranno essere «esclusivamente al piano terra degli edifici, purché non all'interno o adiacenti a unità immobiliari residenziali. Non è ammesso l'utilizzo dei locali interrati o seminterrati e l'accesso ai locali deve avvenire direttamente dalla pubblica via». RED/Agipro 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

giochi notizie agipronews slot scommesse

Giochi, la settimana in un clic

13/09/2019 | 16:22 LUNEDI' 9 SETTEMBRE Ippica – Pubblicato e subito revocato il bando ministeriale per l'assegnazione dei diritti Tv sulle riprese delle corse ippiche. Un decreto del Mipaaf «ha rappresentato l'opportunità...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password