Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 19/09/2017 alle ore 20:44

Attualità e Politica

04/07/2017 | 15:40

Riordino giochi, Raggi (sindaco Roma): “Inadeguato il lavoro in Conferenza Unificata, servono regole più severe”

facebook twitter google pinterest
giochi raggi riordino conferenza unificata regolamento roma

ROMA - Il gioco patologico "è un tema largamente sottovalutato perché coinvolge le fasce più deboli della popolazione, giovani e anziani ma anche adulti più fragili. Dovrebbe essere un tema al centro del dibattito politico".
Lo ha detto il sindaco di Roma Virginia Raggi, nel corso del convegno "Gioco d'azzardo patologico dalla neurobiologia sperimentale alla clinica", organizzato dal CNR a Roma. "Dobbiamo capire da che parte vogliamo stare: è necessario circoscrivere il fenomeno. Come Comune di Roma, abbiamo emanato una delibera per la regolamentazione del gioco d'azzardo, in un contesto in cui la legge regionale è poco incisiva. Abbiamo individuato una distanza di 350 metri dai luoghi sensibili nel centro città e 500 metri nell'area al di fuori dell'anello ferroviario e abbiamo ampliato il numero dei luoghi sensibili. È una disciplina che riguarda le nuove sale, nel presente cominciamo a capire come gestire le circa 350 sale attualmente a Roma. Non possiamo fermarci qui, chiediamo alla Regione di attivarsi per adottare misure più restrittive. È necessaria una regolamentazione ferrea dei luoghi in cui il gioco è offerto al pubblico: il lavoro che è stato fatto in Conferenza Unificata non è adeguato, il Governo deve fare di più per la prevenzione della dipendenza e per la salute dei cittadini", ha concluso. MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password