Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/04/2019 alle ore 07:30

Attualità e Politica

20/03/2019 | 13:25

Giochi e "distanziometro", Tar Puglia: "Troppi luoghi sensibili potrebbero paralizzare il settore"

facebook twitter google pinterest
giochi tar puglia distanze luoghi sensibili

ROMA - Le associazioni private non rientrano nell'elenco dei luoghi sensibili previsti dalla legge regionale della Puglia contro la ludopatia, e pertanto non ci sono limiti spaziali per l'apertura di sale nelle loro vicinanze. È quanto ha stabilito il Tar Puglia nell'ordinanza che accoglie l'istanza cautelare presentata dalla titolare di una sala scommesse e vlt di Lecce. Il Comune aveva disposto la chiusura del locale in base alla norma che prevede almeno 500 metri di distanza tra sale, apparecchi e luoghi sensibili come scuole e chiese. In questo caso, scrivono i giudici, «non sembra, che la legge Regionale includa nel novero dei “luoghi sensibili” anche le associazioni private (sia pure svolgenti attività rivolte a fasce di età giovanile)». Soprattutto, un'interpretazione diversa renderebbe «oltremodo gravoso ed eccessivamente ampio il divieto in questione», visto che «il fenomeno della libera aggregazione privata è estremamente diffuso e capillare». Una variabile che dunque «potrebbe portare ad esiti “paralizzanti” dell’attività economica come quella svolta dalla ricorrente(comunque, lecita), con i conseguenti possibili profili di incostituzionalità della disposizione regionale». LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password