Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 10/12/2019 alle ore 08:30

Attualità e Politica

27/11/2019 | 11:48

Ippica, in Gazzetta Europea il bando tv: base d'asta a 54,9 milioni e contratto di 72 mesi

facebook twitter google pinterest
ippica bando tv

ROMA - E' stato pubblicato, nel supplemento della Gazzetta europea, l'avviso di gara per il "Servizio di raccolta, elaborazione e diffusione del segnale televisivo originato dalle riprese delle corse negli ippodromi italiani e stranieri e servizi annessi". L'avviso arriva a tre giorni dalla scadenza dell'ultima proroga concessa relativa al contratto in essere per la tv ippica, il prossimo 30 novembre. Oggetto dell'appalto è un servizio di raccolta e trasmissione delle immagini delle corse di cavalli, composto da «un sistema infrastrutturale costituito dal complesso delle apparecchiature, dei sistemi telematici, elettronici e televisivi oltre al personale necessario; un servizio di redazione, ovvero il complesso dei servizi necessari per la gestione del sistema infrastrutturale, per la realizzazione di prodotti radio-televisivi da diffondere a supporto delle corse dei cavalli, degli eventi sportivi equestri, della promozione della cultura del cavallo, dell’allevamento italiano e di quanto è espressione di attività connessa con le attività agricole; servizi annessi (riprese di eventi sportivi; realizzazione di una piattaforma web-service; attività di marketing del servizio)». La base d'asta è di 54,9 milioni di euro e il contratto avrà una durata di 72 mesi non rinnovabili. Il termine per presentare le offerte scade il 10 gennaio 2020 alle 17, l’apertura delle buste è prevista per il 14 gennaio alle 12.
Questo avviso di gara arriva dopo quello pubblicato a fine agosto scorso e revocato pochi giorni dopo, il 6 settembre, poiché, si leggeva nel decreto del Mipaaf, il responsabile unico del procedimento aveva «rappresentato l'opportunità di una rinnovata valutazione delle caratteristiche tecniche e prestazionali richieste dal capitolato tecnico di gara, anche in considerazione della possibilità di una diversa e più ampia partecipazione alla procedura, nonché del miglior perseguimento dell'efficacia dell'azione amministrativa e del servizio da acquisire».
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password