Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 27/10/2020 alle ore 21:06

Attualità e Politica

08/10/2020 | 18:16

Riforma ippica, L'Abbate (Mipaaf): "Controllo amministrativo, risorse e tutele previdenziali per rilanciare il settore"

facebook twitter google pinterest
ippica riforma l'abbate

ROMA - «Abbiamo le idee chiare sugli obiettivi da raggiungere per rilanciare il settore – dichiara il Sottosegretario al Mipaaf Giuseppe L’Abbate – Di fatto, porteremo a compimento quell’iter di riforma che non è mai partito dopo la soppressione dell’Unire prima e dell’Assi poi. Oggi era importante trasmettere all’intera filiera il ragionamento di fondo che guiderà i passi successivi di questo percorso di riforma che intendo affrontare con la collaborazione del settore». «Siamo partiti dalle storture e dalle problematicità che si sono create con l’ingresso tout court all’interno del Mipaaf nel 2012 – prosegue L’Abbate – per trasformarle in punti di forza». I punti chiave secondo il sottosegretario saranno «il controllo amministrativo e contabile che non può più sottostare alle rigide regole della Pubblica Amministrazione, la definizione di risorse certe e stabili per pianificare strategie di sviluppo di lungo periodo, la garanzia di misure di tutela, previdenziali e assistenziali dei lavoratori ippici nonché la valorizzazione dell’ippica come sport e delle organizzazioni professionali che ne sono protagoniste». Per L'Abbate «Dobbiamo prendere il buono del passato, liberato da ciò che ha portato alla condanna l’Unire per ridare nuovo slancio e futuro di pregio all’ippica». Al Mipaaf «rimarranno le funzioni zootecniche mentre funzioni e finanziamenti un tempo dell’Unire andranno all’Organismo Unico in grado di tenere assieme tutte le discipline del cavallo sportivo, ippiche ed equestri». «È giunto il momento di dare all’ippica una visione futura – prosegue ancora – Questa cornice, a cui seguirà un percorso di regolamentazione condivisa con la filiera, mira a dare certezze per una programmazione pluriennale, come accade in qualsiasi altro settore». 

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password