Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 17/04/2021 alle ore 10:43

Attualità e Politica

23/03/2021 | 10:13

Operazione "All In", Cassazione a Tribunale di Palermo: motivazioni generiche, annullata la misura cautelare per uno degli indagati

facebook twitter pinterest
operazione all in scommesse cassazione

ROMA - Il Tribunale di Palermo non ha motivato adeguatamente la misura della custodia cautelare in carcere per Vincenzo Fiore, uno degli indagati dell'operazione "All In" condotta dalla Guardia di Finanza di Palermo a giugno 2020. È quanto spiega la Corte di Cassazione nel provvedimento che lo scorso dicembre aveva annullato con rinvio ai giudici siciliani l'ordinanza con cui era stato confermato il carcere per il reato di concorso esterno in associazione mafiosa. L'inchiesta delle Fiamme Gialle aveva portato alla luce l'infiltrazione di Cosa Nostra nel business delle scommesse sportive. Secondo l'accusa, Fiore era uno degli uomini di punta per le agenzie sotto il controllo dei clan. La Cassazione conferma che il Tribunale ha valutato correttamente gli indizi a carico dell'indagato. Tuttavia, «non può dirsi sussistente alcuna presunzione 'assoluta' di adeguatezza della sola custodia in carcere». In tema di misure cautelari, scrive il Collegio, «il reato di concorso esterno non è assimilabile a quello di partecipazione alla associazione mafiosa ai fini della presunzione di adeguatezza della sola custodia in carcere». In questo caso, inoltre, la motivazione dei giudici palermitani «è del tutto generica». La non adeguatezza dei domiciliari «non può essere formulata in termini astratti e generici, ma deve essere frutto di analisi specifica e individualizzata delle condizioni soggettive del destinatario». LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password