Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/09/2020 alle ore 19:00

Attualità e Politica

01/09/2020 | 12:18

Scommesse, Tar Puglia: "Il distanziometro regionale non si applica alle associazioni private"

facebook twitter google pinterest
scommesse distanziometro tar puglia

ROMA - Il distanziometro previsto dalla legge regionale della Puglia sul gioco si applica solo a luoghi aperti al pubblico e non ad associazioni private. È quanto ha stabilito il Tar di Lecce nella sentenza che accoglie il ricorso di una società di scommesse del capoluogo. Il Questore aveva respinto la domanda del titolare per il trasferimento di una sala, motivandolo con l'eccessiva vicinanza a un'associazione sportiva dilettantistica. Il Tar tuttavia ricorda che la disposizione sulla distanza minima delle sale dai luoghi sensibili (inizialmente di 500 metri, dallo scorso anno di 250 metri) «reca un elenco» di spazi off-limits «che deve ritenersi tassativo e, quindi, di stretta interpretazione». Nell'elenco «figurano unicamente luoghi aperti al pubblico o in cui vengono svolti servizi pubblici o di primario interesse pubblico», come scuole, luoghi di culto, impianti sportivi e centri sociali. «Ciò porta ad escludere che la sua portata possa essere estesa alle associazioni private», come la società sportiva in questione. Secondo il Tar, una tale applicazione della norma «amplierebbe a dismisura ed in maniera assolutamente irragionevole il campo del divieto frustrando oltremodo la libertà di iniziativa economica ed esponendo la norma a dubbi di costituzionalità». Per questo il provvedimento di diniego della Questura va annullato. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password