Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 17/02/2019 alle ore 11:27

Attualità e Politica

08/02/2019 | 12:16

Slot, Tribunale di Genova: gestore che si appropria del Preu commette reato di peculato

facebook twitter google pinterest
slot tribunale genova gestore peculato

ROMA - Il gestore slot che si appropria dell'importo raccolto su incarico del concessionario commette il reato di peculato. È quanto ha stabilito il Tribunale penale di Genova, che con la sentenza emessa giovedì ha condannato un gestore per non aver versato il prelievo erariale unico. Una decisione «particolarmente importante», spiega l'avvocato Claudio Urciuoli. «Il Tribunale ha confermato che tale condotta costituisce delitto di peculato - continua - analizzando e superando tra l’altro un recente, ma isolato e criticato, orientamento contrario della Cassazione». Ad aprile 2018 i giudici supremi avevano stabilito che il gestore che si appropria degli importi senza truccare gli apparecchi commette una violazione di tipo tributario, ma non il reato di peculato. «Una decisione sorprendente, visto che fino a quel momento l'appropriazione di somme dovute allo Stato era stata considerata peculato. L'interpretazione è poi stata smentita da altre sentenze di merito, anche se il punto non è mai tornato all'attenzione della Cassazione», spiega ancora Urciuoli, che ha portato davanti al giudice ligure il caso sollevato da Snaitech. «Con la decisione di ieri, infine, il Tribunale di Genova ha disatteso completamente la sentenza dei giudici supremi: il gestore, quindi, è un incaricato di pubblico servizio che, nell'esercizio della sua attività, commette il reato di peculato se non riversa le somme dovute», conclude. LL/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

slot roma

Slot fuori orario: chiusa una sala a Roma dopo i controlli

16/02/2019 | 16:54 ROMA - Sospesa la licenza al titolare di una sala slot del quartiere Garbatella, a Roma, per non aver rispettato gli orari di funzionamento delle macchine imposti dal regolamento comunale. È quanto si legge in una nota della...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password