Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 02/12/2020 alle ore 19:10

Attualità e Politica

02/04/2020 | 10:53

Tar Emilia, Bologna: il 22 aprile nuovo round delle sale da gioco contro la mappatura dei luoghi sensibili

facebook twitter google pinterest
tar emilia bologna sale gioco

ROMA - Riprenderà il 22 aprile il contenzioso al Tar Emilia Romagna tra i gestori delle sale da gioco e il Comune di Bologna sulla mappatura dei luoghi sensibili. È quanto si legge nei sei decreti cautelari pubblicati oggi, che al momento confermano la chiusura delle sale. Lo stop è scattato in seguito al mancato rispetto della distanza minima (500 metri) che le attività di gioco devono rispettare nei confronti di luoghi come scuole e chiese. «A prescindere da ogni altra considerazione», scrive il giudice Paolo Amovilli, le attività non potrebbero comunque essere riaperte, visto il «perdurante stato di chiusura al pubblico delle sale giochi» come misura di contenimento contro il coronavirus. L'istanza cautelare delle sale è quindi stata respinta, e la nuova udienza fissata il 22 aprile. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password