Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 17/08/2018 alle ore 13:15

Attualità e Politica

02/08/2018 | 14:00

Giochi, Torino: distanze minime, da inizio anno sequestrate oltre 70 slot

facebook twitter google pinterest
torino giochi distanze minime

ROMA - Più di 70 apparecchi sequestrati e sanzioni per oltre 140 mila euro: è il bilancio dei controlli degli agenti della polizia municipale di Torino, da gennaio ad oggi, nell'ambito dell'applicazione della della normativa regionale che prevede il divieto di installazione di apparecchi a una distanza inferiore a 500 metri da luoghi sensibili come scuole chiese o istituti di credito. Numerosi sequestri - si legge in una nota - sono avvenuti nella Circoscrizione 5. «I sequestri effettuati dagli agenti dei Comandi territoriali e del reparto di Polizia commerciale su segnalazione dei cittadini, uniti alle ordinarie attività di controllo, permettono di raggiungere risultati significativi - si legge ancora nella nota - Il contrasto alla ludopatia è un obiettivo costantemente perseguito dalla Polizia Municipale a tutela di tutti i cittadini e, soprattutto, dei minori».
«La tutela dei lavoratori e del loro futuro, così come la difesa dei cittadini dal gioco d'azzardo patologico, devono essere una priorità a tutti i livelli istituzionali e istanza comune di tutte le parti politiche», ha spiegato la sindaca di Torino Chiara Appendino che ha ringraziato il ministro Luigi Di Maio «per il grande lavoro che sta facendo il Governo in tema di lavoro e lotta al gioco d'azzardo patologico, in particolare, per l'iter del Decreto Dignità». Le azioni del Comune di Torino «per la lotta alla ludopatia, sono un esempio di continuità nel perseguire questi obiettivi. Ora si proceda spediti e coesi per garantire un futuro migliore ai cittadini e ai lavoratori, di oggi e di domani», ha concluso la Appendino. 

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

campione casinò comune esuberi

Casinò di Campione, Comune: firmati gli 86 esuberi

16/08/2018 | 14:34 ROMA - Il Comune di Campione d’Italia rinuncia a 86 dipendenti su 102. Secondo quanto riporta il quotidiano online Ticinonews, ieri pomeriggio il sindaco Roberto Salmoiraghi ha firmato la delibera che sancisce la riduzione dell’organico...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password