Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/10/2021 alle ore 21:20

Attualità e Politica

01/07/2021 | 11:45

Ippicoltura, Camera: 55 emendamenti in Commissione Agricoltura, tra le proposte il riordino della tassazione delle scommesse ippiche

facebook twitter pinterest
Ippicoltura Camera emendamenti bipartisan riordino tassazione scommesse ippiche

ROMA - Una delega al Governo per il riordino della disciplina sulle scommesse ippiche e alcune modifiche alle aliquote di prelievo: sono alcuni dei 55 emendamenti presentati alla proposta di legge sull'ippicoltura, all'esame della Commissione Agricoltura della Camera. Monica Ciaburro (Fratelli d'Italia) propone che il ministro delle Politiche agricole, di concerto con il Mef e sentita l'Agenzia delle dogane e dei monopoli, provveda con proprio decreto al riordino della disciplina sulle scommesse ippiche, stabilendo «la percentuale della raccolta totale, che deve essere compresa tra il 78 e l'80%, da destinare al pagamento delle vincite (payout), l'unificazione dei totalizzatori (totalizzatore unico) al fine di gestire unitariamente le scommesse ippiche, prevedendone l'ottimizzazione gestionale sia in termini tecnici che economici o finanziari, l'estensione dell'applicazione della "quota fissa" nelle scommesse ippiche e, per quanto concerne le scommesse "Quartè" e "Quintè", l'introduzione del sistema jackpot e, di conseguenza, dei premi di consolazione, e la riduzione del prelievo fiscale sulle scommesse ippiche, che deve essere al massimo pari al prelievo meno elevato applicato su altri tipi di scommesse, offerte anche online, sul territorio nazionale, al fine di rendere più concorrenziali i giochi ippici e di assicurare risorse economiche alla filiera».
Con due distinti emendamenti, l'ex sottosegretario alle Politiche Agricole, Giuseppe L'Abbate (M5S), e Paolo Russo (Forza Italia) chiedono di fissare il prelievo sul margine «nella misura del 20% per la rete fisica e del 24% per il gioco a distanza», per «uniformare la tassazione nel settore delle scommesse ippiche a quelle sportive e di sostenere la filiera ippica colpita dall'emergenza pandemica Covid-19». Il prelievo conseguito «rimane destinato per il 33% a titolo di imposta unica e per il 67% al finanziamento dei montepremi, degli impianti e delle immagini delle corse nonché delle provvidenze per l'allevamento dei cavalli». 
MSC/Agipro

Emendamenti bipartisan per la creazione di un'agenzia per il rilancio del settore ippico

L'Abbate (M5S) propone la pensione per i professionisti del settore ippico

L'Abbate (M5S): "Riorganizzare il settore ippico, alla Fise la gestione delle attività agonistiche"

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password