Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 07/02/2023 alle ore 20:45

Attualità e Politica

12/01/2023 | 14:13

Giochi nel Lazio, Rusciano (As.tro): "Disposizioni della Regione ai limiti della sostenibilità, così si aggrava la posizione degli operatori"

facebook twitter pinterest
Giochi nel Lazio Rusciano (As.tro): Disposizioni della Regione ai limiti della sostenibilità così si aggrava la posizione degli operatori

ROMA - La circolare di chiarimenti della Regione Lazio sulle nuove prescrizioni per slot e videolottery «continua a presentare diversi profili di criticità». Così Isabella Rusciano, avvocato del Centro Studi As.tro, sulle novità introdotte dalle modifiche alla legge regionale del Lazio contro il gioco patologico. Tra queste, la riduzione della frequenza delle singole giocate a non più di una ogni 30 secondi per ogni apparecchio e una pausa obbligatoria di cinque minuti dalle operazioni di gioco ogni 30 minuti consecutivi. L'associazione, si legge in una nota, sta valutando «la possibilità di impugnare un provvedimento»; la previsione delll'installazione di orologi, tabelloni e di un sistema per la diffusione di messaggi vocali «non fa altro che ostacolare, ai limiti della sostenibilità, la capacità operativa delle imprese di gioco legale presenti nel Lazio, a tutto vantaggio dei soggetti che operano nell'illegalità». Inoltre, prosegue Rusciano, «si tratta di un provvedimento che viene diffuso il giorno prima dell'entrata in vigore delle norme e ciò non fa altro che aggravare la condizione degli operatori di gioco che, per non incorrere in sanzioni, saranno costretti ad adeguarsi, da un giorno all'altro, a queste nuove misure».
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password