Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 09/12/2022 alle ore 20:37

Aziende

25/05/2022 | 12:35

Snaitech Sustainability Week, presentato il Bilancio di Sostenibilità: il mercato regolamentato come garanzia di legalità e gioco responsabile

facebook twitter pinterest
Snaitech Sustainability Week presentato il Bilancio di Sostenibilità: il mercato regolamentato come garanzia di legalità e gioco responsabile

ROMA - Il mercato regolamentato è uno dei driver su cui poggia il Bilancio di Sostenibilità 2021 presentato da Snaitech durante la Snaitech Sustainability Week 2022. Nel quadro normativo che disciplina il gioco pubblico nel nostro Paese, i concessionari hanno un ruolo fondamentale: sono infatti chiamati ad assumersi precise responsabilità e impegni per garantire la tutela della legalità. «E Snaitech, in qualità di concessionario – ha spiegato l’Ad Fabio Schiavolin – svolge un ruolo fondamentale come presidio di legalità e garanzia per i consumatori. Il nostro impegno è testimoniato tra l’altro dal fatto che nel 2021, per il settimo anno consecutivo, abbiamo ottenuto la Certificazione internazionale G4 che ci consente di monitorare e minimizzare il possibile impatto di gioco problematico favorendo i comportamenti responsabili».

La regolamentazione del mercato dei giochi in Italia ha prodotto importanti benefici, sia in termini di contrasto all’illegalità, sia per la tutela dei consumatori, sia dal punto di vista economico. Quattordici miliardi di valore aggiunto, 2 miliardi di consumo indotto, 150.000 addetti, 5 miliardi di effetti economici indiretti: sono solo alcuni dei numeri rappresentativi del settore del gioco che contribuisce per l’1% al Pil nazionale. Senza dimenticare il gettito fiscale per l’erario, che nel 2020 è stato di 7,2 miliardi di euro, ma che prima della pandemia si attestava stabilmente oltre i 10 miliardi di euro l’anno. Dati determinanti per valutare correttamente un comparto su cui gravano molti pregiudizi, spesso derivanti dall’errata comprensione del contesto. Non tutti sanno, ad esempio, che l’85% del totale delle giocate effettuate viene restituito ai giocatori sotto forma di vincite. Di quel restante 15%, che rappresenta la spesa effettiva dei consumatori, l’erario incassa la maggior parte (circa il 56%), mentre il resto rappresenta il ricavo della filiera, che è ovviamente soggetto ad altre imposte.

Snaitech assolve questo impegno nella sua dimensione identitaria, come emerge dal Codice Etico della società, e oltre a rispettare le norme, svolge una politica attiva di contrasto a qualsiasi forma di illegalità o irregolarità. Consapevole di operare in un settore che può presentare significative ricadute sociali, la società si impegna affinché il gioco possa essere svolto in un ambito di sano divertimento, emozione e partecipazione tutelando il consumatore attraverso l’informazione e la conoscenza per aumentare la sua capacità di analisi e autocontrollo.

«Il 2021 è stato un anno difficile per il comparto: i negozi sono stati infatti chiusi per tutto il primo semestre dell’anno in seguito all’emergenza sanitaria legata al Covid – ha proseguito Schiavolin –davanti a questi ostacoli però, siamo riusciti ad esprimere tutto il nostro valore. Nonostante le difficoltà, l’Ebitda e gli utili dell’azienda si sono infatti attestati nel 2021 a livelli mai raggiunti in precedenza. Un traguardo importante, frutto dell’impegno e del lavoro della nostra squadra». La crescita dell’online, infatti, ha sostenuto i conti: nonostante le agenzie siano state chiuse per tutto il primo semestre, nel 2021 Ebitda e Utile Netto si sono assestati su livelli record, rispettivamente a 182,8 milioni di € (+38,6% rispetto al 2020) e 102,1 mln di € (+113,2% sul 2020).

Snaitech, inoltre, è attiva nel comparto betting retail, in quello degli apparecchi da intrattenimento e in quello dei giochi e delle scommesse on line con una rete di oltre 2.000 punti gioco scommesse, circa 38mila AWP e oltre 10mila VLT dislocate su tutto il territorio nazionale. Per quanto riguarda la totalità delle scommesse sportive, vendute sia sul canale fisico sia su quello digitale, Snaitech nel 2021 si conferma leader con una quota di mercato del 14,3% con il Gross Gaming Revenue del comparto online (ovvero raccolta al netto delle vincite) in crescita del 44,3% rispetto all’anno precedente, passando da 266 a 384 milioni di euro. I conti gioco attivi hanno per la prima volta superato quota 600.000, +14% sul 2020.

RED/Agipro

Foto credits Pqsels CC0 1.0 Universal

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password