Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 27/02/2024 alle ore 21:13

Estero

31/07/2023 | 19:00

Germania, respinto il ricorso per le sale da gioco di Berlino

facebook twitter pinterest
Germania respinto il ricorso per le sale da gioco di Berlino

ROMA - Il Tribunale Amministrativo di Berlino ha respinto un ricorso legale presentato dagli operatori che volevano ribaltare il requisito della distanza minima per le sale da gioco nella capitale tedesca.

Per gli operatori, la legislazione del 2020 che impone una distanza di almeno 500 metri tra sale da gioco e negozi di scommesse, favorisce in modo sproporzionato le sale da gioco e limita gli operatori nell'apertura di punti vendita di scommesse sportive.

Pur sostenendo che ciò viola il diritto dell'Unione Europea, il tribunale ha respinto l'argomentazione sostenendo che le singole giurisdizioni sono autorizzate a sviluppare la propria politica in materia di gioco.

Il tribunale ha inoltre respinto l'accusa di violazione del diritto europeo affermando che il Trattato sul gioco consente alle legislature statali di decidere come combattere la dipendenza e la protezione dei giocatori, stabilendo che le sedi di proprietà della stessa società devono mantenere una distanza di 2.000 metri l'una dall'altra. 

Proprio la capitale della Germania detiene le leggi più rigide della nazione, da quando ha attuato la Berliner Spielhallengesetz, che stabilisce i requisiti di distanza minima per le sale da gioco. La legge è stata ampiamente criticata come la più severa legislazione del suo genere in Germania.

La normativa prevede che le sale da gioco non possano trovarsi nel raggio di 200 metri da una scuola o da un'altra struttura per bambini. La legge limita anche gli orari di funzionamento e la presenza in ogni sala a un massimo di tre apparecchi.

Nell'ottobre dello stesso anno, le restrizioni sono state estese ai negozi di scommesse della città. Come le sale da gioco, le sale scommesse non possono trovarsi nel raggio di 200 metri da una scuola, da una struttura giovanile e da un impianto sportivo.

Nel 2021, le previsioni sull'impatto della nuova legge si rivelarono ampiamente corrette. Quell'anno, in risposta a un'interrogazione parlamentare del politico della SPD Daniel Buchholz, il Senato di Berlino ha pubblicato i dati sul numero di sale da gioco nei 12 distretti della città. Le statistiche hanno mostrato che il numero di sale giochi è diminuito dell'80% rispetto al picco del 2011, quando la città aveva registrato 584 locali. 

EMT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password