Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 26/02/2024 alle ore 20:32

Estero

14/08/2023 | 17:10

Scommesse, UK: l'ASA vieta i tweet pubblicitari di Ladbrokes potenzialmente diretti agli Under 21

facebook twitter pinterest
Scommesse Ladbrokes contestati alcuni tweet contenenti sportivi di punta avrebbero attirato utenti minorenni

ROMA – L’operatore Ladbrokes è finito sotto indagine dell'Autorità per gli standard sulla pubblicità (ASA) per una possibile pubblicità rivolta ai minorenni, legata alla presenza di tennisti in alcuni tweet. Secondo iGamingBusiness, i tweet incriminati sarebbero quattro, tra gennaio e febbraio 2023, e conterrebbero le foto di Novak Djokovic, Rafa Nadal e Nick Kyrgios in riferimento all’Australian Open. Due tweet contenevano un sondaggio sulle prestazioni di Djokovic in Australia. L’indagine dell’ASA è stata volta a chiarire se la presenza di queste immagini potesse essere stata un adescamento per gli utenti al di sotto della maggiore età. Si tratta della terza volta dallo scorso luglio in cui Ladrobes viene incriminata per pubblicità di questo tipo: nei precedenti era stata contestata la presenza del pugile Jake Paul e di due allenatori di Premier League.

Non ha tardato la difesa dell’azienda, che ha definito i due tweet “contenuti editoriali”, pur ammettendo che fossero riferiti a dei personaggi ben noti dello sport. Ladbrokes ha sostenuto di aver operato una revisione di “ogni profilo social dei giocatori in questione, le statistiche e le partnership con gli sponsor” prima di decidere che non sarebbero stati una fonte di attrazione per gli under-18. Secondo i dati relativi ai follower dei tennisti presentati in difesa delle azioni dell’azienda, in effetti, risultano essere pochi i sotto i 21 anni di età. Nonostante questi tentativi, l’ASA ha definito i dati presentati da Ladbrokes non sufficienti a nascondere il fatto che si tratti di tennisti estremamente noti, e quindi naturalmente attraenti per ogni fascia d’età. L’Autorità ha comunicato all’operatore di dover interrompere l’inclusione di questo tipo di personaggi all’interno delle proprie pubblicità.

GF/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password