Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/06/2024 alle ore 20:32

Scommesse

17/05/2024 | 16:10

Ippica: domenica 19 maggio a Capannelle è il Derby Day. E per Allegri dopo la Coppa Italia c'è il Presidente della Repubblica

facebook twitter pinterest
Il gran giorno è arrivato: domenica 19 maggio a Capannelle è il Derby Day. E per Allegri dopo la Coppa Italia c'è il Presidente della Repubblica

ROMA - Il grande giorno è dunque arrivato: domenica 19 Maggio 2024, all'Ippodromo Capannelle, va in scena il DERBY DAY.

È il momento più coinvolgente, fascinoso e pieno di storia e cultura del nostro Galoppo: il Derby, la madre di tutte le corse. 141 anni di storia, da Andreina (la prima derby winner) in poi, con l'ippodromo Capannelle a fare da scenario incomparabile per un evento unico. Una storia meravigliosa iniziata nella perfida terra d'Albione nel 1780 grazie alla genialità di Mr. Stanley, dodicesimo conte di Derby. 

Da allora vincere il Blue Ribbon (così definito perché un tempo veniva cinto intorno al collo del vincitore un nastro di seta azzurra) è sempre stato il sogno di ogni operatore ippico, allevatore, proprietario, allenatore e fantino. Il Derby è la corsa che arriva solo una volta nella carriera di un cavallo, a tre anni e poi mai più. Ecco spiegata forse la ragione del suo più autentico fascino: 140 interminabili e struggenti secondi nei quali è messo in palio non solo un nome nell'albo d'oro ma anche un posto nella storia. 

Il Derby Italiano di Galoppo è l'essenza di questa disciplina, uno spettacolo ammaliante che riunisce e affascina decine di migliaia di spettatori all'Ippodromo Capannelle nella giornata più importante dell'anno. Un'occasione unica per vedere i migliori cavalli affrontarsi nel momento decisivo della stagione. 

ROMA - Il 141° Derby Italiano del Galoppo sarà il momento più importante del DERBY DAY, ma il ricco pomeriggio di corse offrirà un programma davvero straordinario. Due saranno le pattern in programma: il PREMIO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA - UNIVERSITA' CAMPUS BIO-MEDICO di ROMA, gruppo III per gli anziani di 4 anni e oltre sui 1800, oltre naturalmente al DERBY ITALIANO DEL GALOPPO, gruppo II per cavalli di 3 anni sui 2200 metri.

Quindi ben 4 listed race: il PREMIO CARLO D'ALESSIO, riservato agli anziani sulla distanza classica dei 2400 metri, il PREMIO TUDINI, per cavalli di 3 anni e oltre sulla distanza di 1200 metri, il PREMIO ALESSANDRO PERRONE, con le femmine di due anni protagoniste sui 1100 metri, e il PREMIO MAURO SBARIGIA, per i tre anni sul miglio. 

E per concludere altre tre corse: il tradizionale PREMIO EDMONDO BOTTI, pregevole HP per anziani sui 2400, il PREMIO SERGIO ARNALDI, handicap per anziani sui 2400 metri aperto a gentlemen e amazzoni, e l'attesissimo PREMIO FEGENTRI LADY RIDERS, per le sole amazzoni.

Il magic moment della giornata, quello del 141° Derby Italiano del Galoppo (TQQ) scatterà alle 17.30, quinta corsa del programma, quando i 15 cavalli di tre anni ingaggiati per l'occasione scatteranno per aggredire i 2200 severi metri della pattern più ambita. Nutrita la rappresentanza internazionale: il tedesco Argentum molto stimato; il francese Bateau Blanc, fratello di quel Tokyo Gold che vinse il Derby nel 2021, con in sella lo stesso plurivincitore Cristian Demuro; l'altro transalpino Believer, in sella al quale Carlo Fiocchi proverà a rinnovare la magia vincente del 2020 con Tuscan Gaze; poi altri tre cavalli tedeschi, Borna, fresco laureato del nostro Filiberto, il compagno Shahbazi, e Thekingofmyheart, con in sella Miki Cadeddu, fantino con trascorsi attoriali da adolescente nella fiction "Un Medico in Famiglia"; e ancora il temibile inglese Royal Supremacy. A difendere i nostri colori ecco il recente laureato del Parioli, Melfi, e con lui il runner up Maturlo, affiancati dai reduci del Botticelli, Dark Defence e Chicotai. E per concludere Caos Calmo, Amonet, Man  With the Plan e The Tweed, anche loro insidiosi. 

Il controcanto elitario del pomeriggio sarà affidato agli anziani che si contenderanno il prestigioso Presidente della Repubblica – Università Campus Bio-Medico, l'altra pattern del pomeriggio, sui 1800 metri, in programma alle 16.05 come terza corsa della giornata. Al via in otto ed anche qui ospiti stranieri attesi, tutti ben noti e di valore come See Hector, Aggenstein, Bukhara e Woodchook. A capeggiare i nostri ecco Estrosa, la femmina tanto cara a Max Allegri, fresca di alloro nel Signorino e pronta per una corsa così importante, ma anche Tempesti, fiore all'occhiello della scuderia Dormello con Demuro in sella, e per chiudere in bellezza anche Mordimi e Lord Sakai. 

Il pomeriggio ippico alle Capannelle si aprirà con il Premio Alessandro Perrone, alle 14.45, listed riservata alle femmine di due anni. Saranno in 10 nelle gabbie, anche qui con delle ospiti straniere, ma tutte da scoprire: sarà il futuro a dare di loro dimensione probante. 

Altra listed a seguire, il Premio Mauro Sbarigia, seconda corsa prevista alle 15.20 (seconda tris) con i tre anni miler. Saranno 14 nelle gabbie a contendersi il successo.

Alle 18.10, nella sesta corsa di giornata, al via otto velocisti di tre anni e oltre che sui 1200 metri daranno vita al Premio Tudini. Si rinnoverà il duello tra Noble Title e Talentuosa, ma ci sarà spazio anche per gli avversari capeggiati da Tawang. Si annunciano scintille.

L'ultima listed del pomeriggio (ottava corsa alle 19.20) è intitolata a un gigante del Turf Mondiale, Carlo D'Alessio. Anziani in gara sulla classica distanza dei 2400 e sul tracciato dell'antico Derby. Al via in sei, in una edizione che vale una pattern: due laureati di Derby, Goldenas in Italia e Sammarco in Germania, un vincitore del Roma, Flag's Up, e poi Brigante Sabino, Budri e Fortunino. 

Nel corso del lunghissimo pomeriggio ippico sono previste altre tre corse: il Premio Edmondo Botti, un HP sui 2400 metri (ultima di giornata alle ore 19.55) con ben 14 anziani agguerritissimi; e due premi per gli amatori, il tradizionale Sergio Arnaldi , da sempre la corsa che precede il Derby (quarto appuntamento di giornata alle 16.45) sui 2400 con 13 pretendenti e il Fegentri Lady Riders, riservato alle amazzoni di tutta Europa, sui 1800 metri con 13 al via (seconda tris in programma alle 18.45).

Quest'anno il Derby Italiano di Galoppo farà parte del "Palio delle Regioni 2024-2025", circuito ippico su ventuno tappe in tutto il territorio nazionale che ha l'obiettivo di promuovere la cultura ippica, fondata su storia, tradizioni e arte. Ma anche di promuovere l'enogastronomia legata al Made in Italy, il benessere animale, la parità di genere, lo spettacolo e l'intrattenimento generati dalla particolare alchimia del rapporto uomo-cavallo e dalle competizioni sportive ippiche ed equestri. Il "Palio delle Regioni 2024-2025" avrà come main sponsor "Frecciarossa".

Oltre ad accendere i riflettori dell'ippica nazionale e internazionale sull'Ippodromo Capannelle, il Derby Day è anche storicamente un evento sportivo e mondano di grande tradizione, una festa di sport e attività all'aria aperta per i tanti appassionati che riempiranno di entusiasmo, calore e partecipazione le gradinate dello storico impianto capitolino.

Madrina della manifestazione l'attrice, ex-modella e cantante Roberta Giarrusso.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password