Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 25/09/2022 alle ore 17:30

Attualità e Politica

24/06/2022 | 12:56

Giochi, Corte dei Conti: "Nel 2021 spesa a 15,4 miliardi, +16% all'Erario rispetto al 2020"

facebook twitter pinterest
Giochi Corte dei Conti: Nel 2021 spesa a 15 4 miliardi +16per cento all'Erario rispetto al 2020

ROMA - Nel 2021 le entrate da giochi, dopo la forte riduzione del 2020 dovuta alle limitazioni per fronteggiare l’emergenza pandemica, «hanno fatto registrare una significativa ripresa, posizionandosi su valori di poco superiori a quelli riscontrati nel 2019». È quanto emerge dal Rendiconto generale dello Stato per l’esercizio finanziario 2021 presentato oggi nel corso della cerimonia di parificazione a Roma. La raccolta totale lorda «è risultata pari a 110,9 miliardi, con un incremento di 22,5 miliardi rispetto al 2020, tornando sui livelli del 2019; le vincite ammontano a 95,5 miliardi (importo maggiore di circa 20 miliardi rispetto al 2020 e di 4,5 miliardi rispetto al valore del 2019). La spesa netta totale degli italiani per il gioco, che si ottiene sottraendo alla raccolta lorda l’importo delle vincite, è stata quindi di 15,4 miliardi, superiore di 2,3 miliardi all’importo dell’esercizio precedente ma inferiore di quasi 4 miliardi al valore di due anni fa. Le entrate sono cresciute, invece, del 16 per cento sul 2020, a 8,4 miliardi.
Nel confronto tra 2021 e il 2019 tuttavia, nonostante l’importo della raccolta lorda sia pressocché uguale, l’aumento di quasi il 5 per cento delle vincite ha comportato una riduzione di oltre un quarto delle entrate erariali. Le entrate raccolte dalla gestione dei giochi rappresentano circa lo 0,5 per cento del PIL (1.775,4 miliardi) e, guardando gli altri aggregati delle entrate, corrispondono a circa l’uno per cento delle entrate correnti (850,4 miliardi), all’1,6 per cento delle entrate tributarie (527,1 miliardi) e al 3,3 per cento delle imposte indirette (258,3 miliardi).
Secondo i giudici contabili «permane l’esigenza di una riforma complessiva del settore in grado di assicurare una razionalizzazione graduale e controllata dell’offerta di gioco, la limitazione e tutela dei rischi connessi al disturbo da gioco d'azzardo, il contrasto al gioco illegale e alle frodi a danno dell'Erario».
LL/Agipro

Giochi, Corte dei Conti: "Nel 2021 più di 22mila controlli, Pvr rappresentano una criticità"

 

Photo credits Comet Photo

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password