Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 28/03/2020 alle ore 19:00

Attualità e Politica

19/02/2020 | 15:39

Giochi in Emilia-Romagna, chiuse quattro sale scommesse di Reggio Emilia che violavano il distanziometro

facebook twitter google pinterest
Giochi Emilia Romagna sale scommesse Reggio Emilia distanziometro

ROMA - Quattro sale scommesse sono state chiuse nei giorni scorsi dalla Polizia locale di Reggio Emilia perchè violavano la legge regionale 5 del 2013, che impone a queste attività commerciali una distanza inferiore ai 500 metri da luoghi "sensibili". Oltre alla chiusura, le sale sono state sanzionate con una multa di 3.000 euro. Il sindaco Luca Vecchi assicura: «Proseguiremo nella nostra azione in modo inflessibile per far sì che chi non rispetta leggi e regolamenti chiuda». «Siamo convinti che le politiche di contrasto alla dipendenza da gioco debbano tenere conto prima di tutto delle azioni di prevenzione e di sensibilizzazione dei cittadini, fra cui informare dei rischi e dei luoghi e a quali figure professionali rivolgersi in caso di supporto», ha aggiunto  l'assessore alla Attività produttive, Mariafrancesca Sidoli, che ha di recente dato vita a un tavolo di lavoro multidisciplinare, composto sia da figure tecniche che da consiglieri comunali, per la stesura di un regolamento per la prevenzione e il contrasto al gioco, che sarà sottoposto nei prossimi mesi all'approvazione del Consiglio comunale. Il tavolo sta tra l'altro concertando azioni di sensibilizzazione e di prevenzione al gioco patologico, da realizzare in sinergia con i soggetti della società civile vicini alle categorie più fragili, come le scuole.
RED/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password