Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 19/06/2024 alle ore 13:02

Attualità e Politica

06/06/2024 | 15:00

Giochi, l’Agenzia delle Dogane al lavoro su gare per concessioni Lotto e online: poche settimane per avviare l’iter, per l’Erario un tesoretto di 1,3 miliardi

facebook twitter pinterest
Giochi l’Agenzia delle Dogane al lavoro su gare per concessioni Lotto e online: poche settimane per avviare l’iter per l’Erario un tesoretto di 1 3 miliardi

ROMA - L’Agenzia delle Dogane stringe i tempi sulle gare per il gioco online e per la concessione del gioco del Lotto. Due procedure che, insieme, valgono per l’Erario almeno 1350 milioni di euro: 1 miliardo la base d’asta per il Lotto e almeno 350 milioni stimati dal rilascio di 50 licenze online da 7 milioni l’una. Entrambe le concessioni hanno durata novennale e sono riservate a imprese con sede nello Spazio Economico Europeo. 

GARA ONLINE – Adm, secondo fonti interpellate da Agipronews, sta lavorando su due fronti: in primis, la redazione del decreto con le regole tecniche – in sostanza, la traduzione informatica delle tante misure di tutela del giocatore prevista dal decreto legislativo di riordino del settore – da spedire alla Commissione Europea per il trimestre obbligatorio di “stand still” previsto dalle direttive comunitarie. E’ probabile che sia organizzato un confronto tecnico con gli operatori prima dell’invio del provvedimento a Bruxelles. Gli uffici di piazza Mastai stanno anche redigendo il testo della convenzione di concessione, che sarà presto spedita al vaglio del Consiglio di Stato per il necessario parere. L’obiettivo è completare i due dossier entro la fine di giugno e poi attendere il semaforo verde di Commissione Ue e palazzo Spada.

LOTTO – E’ la procedura più importante per il settore del gioco pubblico. Base d’asta 1 miliardo, 6% di aggio al concessionario (attualmente IGT), scadenza della concessione a novembre 2025. Anche in questo caso, il lavoro di Adm procede, con l’obiettivo di inviare i testi del bando – che devono tener conto delle previsioni del nuovo Codice degli appalti - al Consiglio di Stato prima della pausa estiva.

NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password