Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/11/2019 alle ore 20:35

Attualità e Politica

24/09/2019 | 14:31

Lotta al Match-Fixing, Mineo (ADM) incontra Rizzi (UISS), nuove sinergie per il contrasto alla corruzione nello sport

facebook twitter google pinterest
adm match fixing

ROMA - Dare nuovi impulsi alla collaborazione e allo scambio informativo nell’ambito della prevenzione e del contrasto del fenomeno del match-fixing. Si è discusso di questo oggi nell'incontro avvenuto oggi a Roma a Piazza Mastai, tra il Direttore dell’Agenzia Dogane e Monopoli Benedetto Mineo e il Prefetto Vittorio Rizzi, Vice Direttore Generale della Pubblica Sicurezza - Direttore Centrale della Polizia Criminale. Rizzi, inoltre, presiede l’Unità Informativa Scommesse Sportive, organismo attivo nel contrasto alla corruzione e alle scommesse illecite nelle competizioni sportive, nonché alla penetrazione nel settore delle associazioni criminali. Fanno parte dell’Unità Informativa Scommesse Sportive, oltre all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, rappresentanti dell’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, delle Forze di Polizia e del mondo dello sport.
Nella stessa giornata - si legge in una nota - si è svolto, sempre nella sede dell'ADM, un Workshop formativo al quale hanno partecipato specialisti della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Direzione Investigativa Antimafia. In particolare, hanno preso parte all’iniziativa i componenti del Gruppo Investigativo Scommesse Sportive, istituito presso il Servizio Analisi Criminale della Direzione Centrale della Polizia Criminale con il compito di sviluppare da un punto di vista operativo tutte le segnalazioni di scommesse anomale che pervengono dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e da altri organismi.
Gli approfondimenti svolti dal Gruppo Investigativo Scommesse Sportive vengono analizzati dall’Unità Informativa Scommesse Sportive per formulare strategie di prevenzione e contrasto del match fixing. Nel corso dell’incontro gli esperti dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e gli operatori di polizia hanno concordato le modalità per assicurare la circolarità informativa necessaria per la lotta alla manipolazione delle competizioni sportive in relazione anche all’evoluzione della realtà criminale nello specifico settore. RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password