Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 29/10/2020 alle ore 11:25

Attualità e Politica

14/05/2020 | 16:58

Negozi, le linee guida dell'Emilia-Romagna: fino a 40 mq ingresso per una persona alla volta

facebook twitter google pinterest
emilia romagna linee guida coronavirus 18 maggio

ROMA - In attesa di recepire le linee guida Inail, l'Emilia-Romagna ha pubblicato le sue sul portale istituzionale, per permettere ai commercianti della regione di aprire le serrande lunedì 18 maggio con un vademecum di regole certe. «Ci siamo messi avanti augurandoci che le linee guida Inail non cozzino troppo con le regole che ci siamo dati», ha detto al riguardo il presidente Bonaccini. 

Queste, in sintesi, le indicazioni, riassunte in una nota della Regione: numero di clienti limitato in base alle dimensioni del negozio per garantire la distanza di almeno un metro; percorsi differenziati di entrata e uscita dai locali; ingressi scaglionati per evitare assembramenti garantiti eventualmente anche dall’estensione dell’orario di apertura; ampia disponibilità di dispenser per disinfettare le mani soprattutto vicino a tastiere, touch screen e casse; obbligo di guanti e mascherine per addetti e clienti, ove non sia possibile mantenere il distanziamento interpersonale; pulizia e igienizzazione quotidiana degli ambienti e dei banchi di vendita; organizzazione degli spazi in negozi, centri commerciali e aree all’aperto per assicurare  il distanziamento tra le persone. E per la vendita di vestiti e calzature, per toccare gli articoli sono obbligatori i guanti “usa e getta” per i clienti.

Per evitare assembramenti, dove è opportuno e possibile vanno previsti percorsi differenziati di entrata e uscita dai locali, ingressi scaglionati che possono essere garantiti anche con l’estensione dell’orario di apertura, presenze contingentate in base alle dimensioni dell’esercizio (fino a, 40 mq una persona alla volta e al massimo due operatori). Va garantita grande disponibilità e accessibilità a sistemi e dispenser per disinfettare le mani soprattutto vicino a tastiere, touch screen e alle casse che potranno essere corredate anche di opportune segnalazioni a terra e protezione, come ad esempio barriere in plexiglas, per garantire la distanza tra le persone. Il distanziamento interpersonale di almeno un metro va garantito anche durante gli acquisti con una corretta distribuzione dei prodotti in vendita oltre a spazi adeguati ad esempio tra gli scaffali.

Addetti e clienti, in caso non si possa mantenere la distanza di un metro, devono indossare le mascherine e usare guanti "usa e getta" in particolare se si acquistano alimenti e bevande. 

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password