Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/08/2022 alle ore 20:41

Attualità e Politica

24/06/2022 | 12:58

Giochi, Corte dei Conti: "Nel 2021 più di 22mila controlli, Pvr rappresentano una criticità"

facebook twitter pinterest
Giochi Corte dei Conti: Nel 2021 più di 22mila controlli Pvr rappresentano una criticità

ROMA - Per quanto riguarda l’attività di contrasto all'illegalità, la Corte di Conti spiega che nel 2021 «sono stati effettuati per il settore giochi 22.640 controlli su rete fisica; di questi oltre 12.700 hanno riguardato il contrasto alla diffusione del gioco minorile».
Più in dettaglio, «il tasso di presidio di apparecchi e scommesse è stato del 20 per cento superiore a quello relativo alla totalità dei giochi che si è attestato intorno al 17 per cento. La percentuale delle positività – principalmente di carattere tributario o amministrativo - per il settore degli apparecchi è stata di circa il 30 per cento ma il dato è influenzato dalle segnalazioni derivanti dall’assenza di documentazione in sede di controllo»
La Corte rileva poi che la riduzione del numero degli apparecchi da intrattenimento disposta dalle norme nazionali, insieme all’inasprimento delle norme locali su distanziometro e limiti orari, «hanno determinato una contrazione del mercato legale e un probabile incremento dei fenomeni illegali».
Particolare rilievo nel contrasto all'illegalità è costituito dai Punti vendita ricariche, sui quali, in collaborazione con le forze dell'ordine, «si è svolta un’attività di approfondimento sulle segnalazioni, pervenute anche per il tramite degli uffici regionali, di sospetta intermediazione e di raccolta abusiva di gioco». I Pvr, sottolinea la Corte, «rappresentano una vera e propria criticità nel sistema del gioco pubblico; in esito ai controlli svolti nel corso degli anni è emerso che presso una rilevante percentuale di essi, oltre all’attività di commercializzazione propria di tali esercizi, si svolge anche l’attività non consentita di raccolta del gioco e di pagamento delle vincite».
Infine, in relazione al particolare contesto legato alla pandemia, soprattutto nel periodo del lockdown, «è stato svolto un attento e costante monitoraggio con analisi dell’andamento dei valori economici e quantitativi del gioco online, le cui risultanze sono state anche comparate sia attraverso incontri bilaterali con rappresentanti di omologhe Autorità nazionali, sia attraverso il tavolo di lavoro attivo tra i regolatori dei principali Paesi europei».
LL/Agipro

Foto credits Santeri Viinamäki/Wikimedia Commons/CC BY-SA 4.0

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password