Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 06/12/2021 alle ore 08:33

Attualità e Politica

24/11/2021 | 16:13

Fondo da 140 milioni per le attività chiuse, via libera della Commissione europea: contributi anche al settore giochi

facebook twitter pinterest
Fondo attività chiuse Commissione europea giochi

ROMA - La Commissione Europea ha approvato l'erogazione del fondo da 140 milioni di euro a sostegno delle imprese attive in settori particolarmente colpiti dall'epidemia di Coronavirus e dalle misure restrittive che il governo italiano ha dovuto attuare per limitare la diffusione del virus, tra cui anche le aziende con i codici Ateco per la gestione di apparecchi che consentono vincite in denaro, altre attività connesse con le lotterie e le scommesse. 
La misura, introdotta dal decreto Sostegni Bis - è stata approvata «nell'ambito del quadro temporaneo sugli aiuti di Stato», spiega la Commissione. 
Per poter accedere al fondo, un'impresa deve essere rimasta chiusa per almeno 100 giorni tra il 1° gennaio e il 25 luglio 2021. Una quota di 20 milioni di euro del budget è destinata a essere distribuita equamente tra i beneficiari la cui attività principale è stata chiusa durante l'intero periodo (ossia discoteche, piste da ballo, locali notturni e simili), fino ad un importo massimo di 25mila euro per azienda. Per la restante parte del budget, l'importo dell'aiuto per beneficiario varierà da 3.000 a 12.000 euro, a seconda del livello delle entrate nel 2019. 
La Commissione ha rilevato che «la misura italiana è in linea con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo. In particolare, l'aiuto non supererà 1,8 milioni di euro per impresa» e «sarà concesso entro il 31 dicembre 2021». La Commissione ha concluso che la misura «è necessaria, adeguata e proporzionata per porre rimedio a un grave turbamento dell'economia di uno Stato membro». 
MSC/Agipro

Foto Credits Flickr Images Money CC BY 2.0

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password