Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/04/2024 alle ore 20:32

Ippica & equitazione

20/11/2023 | 15:00

Ippica, all’Ippodromo Snai San Siro ultimo mercoledì della stagione di galoppo con sette prove tra cui il Premio Carlo Bascapé. Al via dalle ore 12:25

facebook twitter pinterest
ALL’IPPODROMO SNAI SAN SIRO ULTIMO MERCOLEDÌ DELLA STAGIONE DI GALOPPO CON SETTE PROVE TRA CUI IL PREMIO CARLO BASCAPÉ. AL VIA DALLE ORE 12:25

ROMA - All’Ippodromo Snai San Siro di Milano va in scena l’ultimo infrasettimanale della stagione 2023 di galoppo con una riunione di corse valida per la 49^ giornata. Sarà un mercoledì 22 novembre interessante anche perché, tra le sette prove, spiccano quella in chiusura per il Premio Carlo Bascapé, il tradizionale appuntamento per i cavalli velocisti puri di 3 anni ed oltre impegnati sulla distanza di 1000 metri circa su pista dritta. L’altra prova da tenere d’occhio, invece, è relegata come terza uscita e valida come Premio AVIS – Associazione Volontari Italiani del Sangue – (recuperata dalla giornata annullata lo scorso 1° novembre, ndr), per un handicap riservato ai cavalli di 2 anni sempre sui 1000 metri circa su pista dritta. Cancelli di piazzale dello Sport 16 aperti dalle ore 11, mentre le corse iniziano dalle ore 12:25 con ingresso a pagamento a 5 euro con il ticket intero oppure a 7,50 euro con il ticket famiglia, mentre per i minori e per i portatori di handicap l’accesso è gratuito -. Ma scopriamo nel dettaglio ogni corsa in ordine di uscita. Apertura nel nome della Scuderia Zaro di casa Rossi, per una prova che vede protagonisti le amazzoni e i cavalieri con un handicap sul miglio in pista media. Gira e rigira può essere arrivata finalmente la volta buona per Wall Street Wolf, vecchio guerriero sempre sulla breccia che si presenta con la forma giusta per tornare al successo. Hot Sunset è la rivale dichiarata tornando sulla distanza dove aveva colto la sua ultima vittoria, mentre gli altri paiono un gradino sotto, chi per un motivo, chi per un altro, almeno per quello che si evince alla vigilia. A seguire la prima delle due reclamare del pomeriggio milanese, con il Premio Scuderia Emmegi riservata ai cavalli di 3 anni sui caratteristici 1.400 metri in dirittura. Campo decisamente eterogeneo dove balza immediatamente all’occhio il nome di Beau Shadow, che deve dare un sacco di chili a tutti e avrebbe preferito un furlong in meno ma che resta l’ovvio migliore in campo declassandosi notevolmente. Anche Diamond Angel abbassa il tiro e può sperare nel colpaccio, mentre almeno per un posto al sole possono intervenire Sopran Polluce e Strong Enough che hanno vinto di recente, ma pure Fidarsiemeglio che può venire avanti dopo un paio di corse di rodaggio.

Alla terza corsa entrano in pista i cavalli di 2 anni che hanno a disposizione una nursery di buona categoria sulla distanza minima per il sopraccitato Premio AVIS – Associazione Volontari Italiani del Sangue -. Non molti al via ma era difficile pensare ad un tasso di competitività più elevato e se Artaxas ha già vinto a questo livello correndo bene anche in condizionata la volta dopo, una lievissima preferenza la si accorda a Fame Of Grif, che non ha demeritato nel Divino Amore e torna ad affrontare un compito più congeniale. Via Electriano e Be The Winner hanno vinto in categoria inferiore, ma entrambi con la cattiveria giusta per poter replicare salendo di livello, mentre Fox Red può riscattare un’ultima apparizione un po’ deludente. Sempre la generazione più giovane in azione anche nella 4^ corsa: per il Premio Scuderia Oroblu, reclamare sui 1.200 metri, in una discreta lista partenti, sembra Valganna l’opzione più logica anche se una nomination di suggestione se la merita Evaporation che, dopo non aver convinto sul miglio, torna su questa distanza dove aveva esordito in maniera interessante. Benedetta Follia è un’altra che abbassa il tiro dopo tre maiden corse però in fase calante, e pure Waste A Moment si declassa, mentre l’inedita Ode To Joy vale un monitoraggio sul mercato. Nella seconda parte della riunione di corse si torna con un handicap, ma questa volta sul doppio chilometro in pista media di categoria ordinaria per i 3 anni ed oltre. La forma generale della compagnia di questo Premio Scuderia Magog non è malvagia, e certamente non lo è quella di Amica Mia, che avrebbe certamente gradito qualche metro in più ma che sul terreno allentato avrà il test di stamina di cui necessita. Un discorso simile lo si può applicare anche per Mission Impossible, mentre Kenji deve riscattare un’ultima apparizione un po’ opaca, avendo però tutte le potenzialità per giocarsi possibilità importanti, soprattutto tornando su questa distanza. Duchessa D’Alba arriva in crescita e non ci sono ragione perché non possa sperarci. Occhio anche a Man In The Mirror. Penultima corsa con il Premio Scuderia Pamal, della stessa categoria della prova precedente ma per un handicap aperto a tutti sulla distanza del miglio in pista media. Dopo due secondi posti di fila a questo punto se la meriterebbe Najmuddin, che ha anche pescato lo steccato giusto per le sue attitudini di corsa. Porta Venezia lo ha battuto di recente con un rapporto di chili migliore ma resta un osso molto duro da digerire, così come lo sarebbe Greenvalchiria se dovesse essere di luna buona. Barrel Bottle invece viene un po’ a sorpresa impiegato su questa distanza, ma in quanto a forma non c’è davvero nulla da eccepire. A concludere l’ultimo infrasettimanale all’Ippodromo Snai San Siro di Milano del 2023, come già accennato, c’è il tradizionale handicap per i velocisti puri di 3 anni ed oltre sulla distanza minima intitolato a Carlo Bascapé. Prova molto accattivante dove ci possono sperare tutti, compreso Rooster, molto lontano dal suo top ma rivisto benino l’ultima, e senza dubbio compreso Danny Ocean, che con un furlong in più sarebbe stato ancora più efficace ma che sta andando alla grande e che gradisce il terreno. Neo Soul stesso ha finalmente trovato la sua dimensione e sarà un altro serio pretendente, ma alla fine della fiera quella che intriga di più è Impressive, che ha trovato una seconda giovinezza e con un paio di prestazioni sulla pista e la distanza davvero ottime. Charme De Chat è sempre gravato ma si rispetta. Prossimo appuntamento sabato 25 novembre con la riunione di chiusura della stagione.

RED/Agipro

Foto credits: Dena-Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password