Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 28/01/2023 alle ore 20:55

Ippica & equitazione

12/01/2023 | 19:00

Ippica: all'ippodromo Snai La Maura è Synergy a vincere l'atteso premio Napoleon Bar

facebook twitter pinterest
Ippica: all'ippodromo Snai La Maura è Synergy a vincere l'atteso premio Napoleon Bar

ROMA - All’Ippodromo Snai La Maura di Milano l’appuntamento con le corse di trotto del giovedì ha regalato un’interessante riunione con un paio di inviti molto qualitativi, oltre alla corsa riservata agli specialisti del trotto montato. La prova tecnicamente più valida è stata il Premio Napoleon Bar, un invito sul miglio per anziani di categoria A/B nel quale Cosmo Spritz rivestiva ruolo di netto favorito dopo la nitida affermazione bolognese di Natale: l’allievo di Andrea Sarzetto, affidato a Carmine Piscuoglio, dopo aver attirato le attenzioni del betting sembrava aver messo una seria ipoteca sul discorso vittoria una volta strappato il comando a Synergy e completato il primo chilometro a media di 1.13.4, una misura sicuramente “normale” per la categoria. Cosmo Spritz percorreva in spinta i 600 finali (volati in 41 e frazioni), ma in retta non riusciva a sottrarsi all’agguato dell’appostato yankee di casa Gocciadoro, che Pippo Gubellini sosteneva da par suo per beffare il favorito. Più che di demeriti dello sconfitto, va sottolineata la prestazione notevole del portacolori di Carl Gunnar Myhre, che dopo un periodo non troppo brillante ha ritrovato la forma migliore, come d’altronde si era intuito nella prova (sfortunata) del 25 novembre e poi in occasione del successo del 21 dicembre, ottenuto con estrema facilità. Cathrinelle ha rinunciato al lancio provando a giocarsela nei 300 finali sperando magari in un po’ di bagarre in avvio: lo schema non l’ha agevolata ma la cavalla della Sant’Eusebio ha confermato la forma eccellente del periodo finendo forte e chiudendo terza, e di più oggi non era possibile chiederle. Brillant Ferm si è industriato al largo ma nei 300 finali è rimasto sui suoi passi, chiudendo quarto davanti a Deimos Racing che si è limitato a correre solo la retta, e lo ha fatto comunque in modo tutto sommato confortante. I Gentlemen erano impegnati in apertura di pomeriggio nel Premio Ortles, un invito sui 1650 metri in sulky a cavalli di 4 anni: con Marco Castaldo in sediolo, Doha Ek capitalizzava al meglio la pole position per conquistare il comando, una posizione “privilegiata” dalla quale, dopo aver gestito il ritmo (km in 1.19.3) le era facile sfuggire ai rivali a media di 1.16. Forniva una buona prova Desiderato Fb, che si impegnava in risalita esterna nei 600 finali e anche se non riusciva a minacciare la vincitrice, coglieva un buon secondo posto davanti a Dei Marmi Dr che invece in retta, sull’allungo della vincitrice, non riusciva a cambiare passo. Connection “affilatissima”, quella di Erik Bondo e Federico Esposito: nel Premio Dalmazia Last Chance conquistava il comando e, ben scandita in avanti dal driver toscano, poteva gestire le energie nella prima parte di gara e poi controllava senza alcun patema la risalita esterna del favorito Espresso Italia, sul quale si erano indirizzate le attenzioni del betting: gli 800 finali in 58 la mettevano al riparo da sorprese, ma la figlia di Southwind Frank almeno nell’impressione visiva ha vinto “in mano” tenendo blindato in corda Ezechiele Lud che così finiva col perdere anche il secondo posto dal generoso Espresso Italia. Nel Premio Coktail Jet, l’invito sul miglio a resa di metri per cavalli di 4 anni, Dylan Dog Font dava un’altra dimostrazione di forza, la seconda consecutiva dopo quella di fine anno sempre a La Maura: stavolta con Marco Stefani in sediolo, il cavallo di Mauro Baroncini recuperava in un amen la penalità, muoveva ad un giro dalla fine per avvicinare Drujba, passava sul “burro” già ai 400 finali sulla rivale (in difficoltà dopo il quarto iniziale veloce speso per strappare il comando a Doctor Gio, poi falloso) e allungava sicuro per svettare a media di 1.13.1 sui 1670 metri, mentre Denise Dorialmail piegava a sua volta la stanca Drujba per la piazza d’onore. Che sia un ottimo interprete del montato, Khalid lo ha confermato più volte in carriera, in Patria ma anche a Milano, dove alla sella si era imposto un anno e mezzo fa e sempre con Ronja Walter: in questo Premio Bilibili la sorte gli è anche stata amica perché Zef ha sbagliato in retta quando era incalzato dal tedesco ma sempre in vantaggio e il risultato pareva ancora in bilico. Khalid così è passato per l’esultanza della sua interprete e del trainer tedesco Robert Gramuller, sempre temibile nelle sue incursioni italiane, mentre il doppiamente penalizzato Solcio Zl guadagnando per varchi chiudeva secondo su Bon Ton Gso. Vincitrice al debutto e poi autrice di bel recupero dopo errore iniziale la volta successiva, Esedomani si confermava puledra interessante dominando il Premio Takeda, la prova sul miglio per sole femmine di 3 anni: con il suo preparatore Marco Smorgon in sediolo, la portacolori di Roberto Cavagna si ritrovava in testa senza strappare sull’errore di Estella Bar, le rivali la lasciavano fare e così nei 300 finali le bastava pigiare blandamente sull’acceleratore per staccarsi e vincere comoda a media di 1.16.4 (ma dopo un primo km in 1.19.1). L’attesa Elisabeth Bar trovava l’azione giusta solo in retta, in tempo almeno per rimontare e battere per il secondo posto l’appostata Edith Grif. Da cavallo declassato in categoria G, Zar Ross sbaragliava l’opposizione nel Premio Etrille in chiusura di giornata all’Ippodromo Snai La Maura. Al cavallo allenato e guidato da Andrea Guzzinati bastava piazzare la progressione ai 600 finali dalla terza pariglia per sorvolare in un amen i rivali che lo precedevano e vincere per dispersione, a media di 1.13.6. Athena del Ronco dopo aver conquistato e difeso il comando nella fase iniziale da Vortex Va, salvava nel finale il miglior piazzamento da Haga dei Veltri. La prossima riunione di corse, valida per la 4^ giornata stagionale, è in programma domenica 15. 

RED/Agipro

Foto credits Dena - Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password