Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/06/2024 alle ore 21:10

Ippica & equitazione

25/05/2024 | 14:51

L'influencer Mattia Stanga a Piazza di Siena a guardare la sorella. Scatta l'idea social: “Presto dei video a tema equitazione”

facebook twitter pinterest
L'influencer Mattia Stanga a Piazza di Siena a guardare la sorella. Scatta l'idea social: “Presto dei video a tema equitazione”

ROMA - “L'equitazione non è il mio mondo, ma grazie alla famiglia me ne sto appassionando”. Mattia Stanga è ospite fisso a questa edizione di Piazza di Siena per tifare la sorella, Giulia, per la prima volta in gara al Concorso ippico sull'Ovale di Villa Borghese. “L'equitazione è uno sport meraviglioso - esordisce il content creator da tre milioni di follower su Tik Tok -. Vado spesso a vedere Giulia, stavolta ho preso al volo l'opportunità di farmi quattro giorni in un posto bellissimo come Piazza di Siena”. Anche da semplice spettatore, Mattia si è fatto un'idea di come lo scenario in cui si svolge la manifestazione sia un unicum nel panorama degli sport equestri e non solo: “E' il posto più bello che io abbia mai visto girando per gare, probabilmente il più bello, ma devo vederne anche altri. Datemi qualche anno e ve lo potrò confermare”. Anche lui però è d'accordo sulla definizione che ormai tutti danno a Piazza di Siena: "Hanno ragione, è un po' come essere a Wimbledon". E anche se la sorella ha mancato la finale per un soffio (ha chiuso sesta), la soddisfazione per questi giorni è immensa: “Era la sua prima volta qui, magari non essere subito arrivata davanti la motiverà a fare ancora meglio. Faccio sempre il tifo per lei, la prossima volta farà ancora meglio”.

 

Quello che ha reso celebre Mattia Stanga, tra i tiktoker con più seguito tra giovanissimi e non solo, è la capacità di interpretare decine, centinaia di personaggi tra i più disparati, dalla classica mamma furiosa con il figlio all'automobilista imbottigliato nel traffico. Piazza di Siena sembra avergli dato l'ispirazione per nuovi video: “Potrei fare il papà che va a vedere la figlia a cavallo, ma anche l'allenatore o semplicemente uno che si finge esperto. Adesso inizio a esercitarmi, tra un po' li vedrete sui miei canali”.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password