Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 15/06/2024 alle ore 11:30

Ippica & equitazione

05/06/2023 | 16:30

Ippica, martedì all’Ippodromo Snai La Maura di Milano in pista con il trotto che fa da antipasto al Gran Premio Nazionale e Nazionale Filly del 9 giugno

facebook twitter pinterest
MARTEDÌ ALL’IPPODROMO SNAI LA MAURA DI MILANO IN PISTA CON IL TROTTO CHE FA DA ANTIPASTO AL GRAN PREMIO NAZIONALE E NAZIONALE FILLY DEL 9 GIUGNO

ROMA – Un appuntamento particolare quello di martedì 6 giugno, a partire dalle ore 17:15, all’Ippodromo Snai La Maura di Milano quando in pista è programmata la 32^ giornata stagionale di trotto ma anche la vigilia del clou di venerdì 9 con il Gran Premio Nazionale (Gruppo I) e Gran Premio Nazionale Filly (Gruppo II). Sul circuito di via Lampugnano 95 (ingresso gratuito), mancano quindi due riunioni prima della sosta estiva. Tra le sette prove, anticipate dalle qualifiche dei cavalli di 2 anni alle ore 16:50 e 17 (mentre una terza è dopo la 5^ corsa e la prova di qualifica dei 3 anni è dopo la 6^), quelle più interessanti sono il Premio Alma Roc, riservato ai cavalli di 3 anni vincitori da 8.000 a 24.000 euro in carriera in cui assisteremo ad una prova alla pari con avvio tra i nastri per cavalli vincitori fino a 8.000 euro; poi il Premio United Roc, con i cavalli anziani categoria C/D alle prese sulla distanza di 1650 metri. Ed in chiusura di programma il Premio Chuky Roc, prova condizionata per i cavalli di quattro anni non vincitori di 25.000 euro alle prese sui 2250 metri. I nomi di questi e degli altri premi non sono a caso, ma vede protagonista la famiglia Rocca, a cui faceva capo Ernesto, che si distinguono non solo per la grande passione per il trotto, ma anche per la produzione di vini di primissima qualità con l’azienda Rocca Vini Superiori - Angelo Rocca e Figli Srl con sede a Agrate Brianza. In questa riunione, infatti, ad ogni premiazione ecco offerta una bottiglia di Prosecco, e per ogni corse spiccano, per esempio, il nome di Chuky Roc che di recente ha dato molte soddisfazioni a Filippo Rocca, oppure la cavalla Tamure Roc con la sua andatura perfetta e sincronizzata capace di vincere diversi importanti premi; e poi anche United Roc. Su tutti, a parte Filippo, da citare è anche Luca Rocca gentlemen di spicco e l’unico italiano a vincere due volte il Federnat, uno a Siracusa e uno al Sesana di Montecatini Terme con Concorde Roc. Tornado in pista si parte con il Premio Tamure Roc, una reclamare a 8.000 euro per cavalli anziani alle prese sui 1650 metri. Victor Trio, dopo due piazze d’onore in due handicap al cospetto di avversari decisamente superiori, trova sul circuito milanese un contesto possibilista di vittoria. Continental Ek, di recente, ha ottenuto meno di quanto meritato e grazie alla rapidità e al parziale prenota un posto sul podio. Begravia e Canal Grande Rob hanno dalla loro una buona rapidità di base e rivestono, con l’ospite Tajari e Vortice Op, il ruolo di sorpresa. Come già accennato ecco la prima corsa interessante della giornata, ovvero il Premio Alma Roc, anche se è andato deserto il secondo nastro riservato ai 3 anni vincitori da 8.000 a 24.000 euro in carriera, assisteremo ad una prova alla pari con avvio tra i nastri per cavalli vincitori fino a 8.000 euro. Eco Gual evitando le insidie del numero in corda uscendo dai nastri correttamente prenota il coast to coast. Exploy si presenta forte di tre successi consecutivi e non sarà avversario facile da respingere. Eton di Poggio fatica a esprimere il suo reale valore ma seppur a sprazzi ha fatto vedere di avere un buon motore e solo soletto in seconda fila può essere un’idea. Anche Elycrisium Font non è un mostro di regolarità ma sfruttando la fila di vantaggio prenota un percorso da protagonista utile a aprirne le porte del podio. 

Come terza uscita la conclusiva prova per la qualificazione alla Finale del Campionato Italiano Gentlemen che vede gli amatori abbinati ai cavalli di 4 anni a reclamare a 8.000 euro in cui Dunhill Wise As, più volte a segno in contesti analoghi, ha i mezzi per venire a capo della concorrenza alla portata. Dodo Degli Dei ha da mettere sul piatto della bilancia una buona dose di costanza e completezza tattica, armi che ne fanno la giusta alternativa. Anche Docena ha dalla sua una carta con innumerevoli piazzamenti e vittorie e punta ad allungare la serie. Donna Cast, evitando l’errore, può rivelarsi come un fattore di fastidio agli altri contendenti. Ed ecco anche il Premio United Roc, prova per cavalli anziani di categoria C/D alle prese sui 1650 metri. Caramel Club, dopo un lungo stop e due corse di rodaggio, potrebbe rivelarsi competitiva per il successo, risultato che manca da un anno ma, visti i rivali, possibile da raggiungere. Il compagno di training, Vicino Mec, al contrario è rientrato con un promettente piazza d’onore, trampolino di lancio per centrare a breve il bersaglio pieno. Bacco del Ronco è piaciuto all’ultima uscita in cui è finito in crescendo e, pur con le piccole divagazioni, possiede i mezzi per vincere. Successo che dopo una serie di valide uscite Zandroz ha ottenuto all’ultima e punta a confermarsi. Capoclasse Italia ha numero complesso ma certo non si può escludere. In quinta, per il Premio Filipp Roc, la condizionata per tre anni non vincitori di 3.000 euro in carriera, le due piazze d’onore mostrando miglioramenti costanti e fanno di Eden del Ronco il punto di riferimento. Etoile Ors, reduce da un valido successo seppur dall’esterno della fila, è la scontata alternativa. Lecito attendersi un netto progresso da parte di Ecurie Axe dopo il valido debutto. Eraklion Font, arroccato in corda e con Pietro Gubellini ai comandi, è più di una sorpresa ruolo che spetta di diritto anche a Electra Winner. La penultima è un Handicap ad invito per anziani sui 1650 metri alla pari ma con partenza tra i nastri riservato ai Gentlemen a valido come corsa Premio Zarina Roc - Trofeo delle Regioni. Beatles Boy Treb non attraversa certo un momento spumeggiante ma, visti i rivali, resta comunque un punto di riferimento anche in considerazione del feeling con lo schema e il suo proprietario. Zeus Ek è incastrato in corda in seconda fila ma anche lui può vantare un eccellente feeling con il suo proprietario. Zanzibar di Grana, con una giravolta efficace, potrebbe rivelarsi una cliente complicata per tutti. Infine attenzione a Zinial che meriterebbe il bersaglio pieno, e poi Bper Gams che vale più di quanto sembra e Ramon di Mira adatto allo schema. Si chiude la giornata che poi fa da antipasto ai GP Nazionale e Nazionale Filly di venerdì, il Premio Chuky Roc, condizionata per quattro anni non vincitori di 25.000 euro alle prese sui 2250 metri. Diabel ha ottenuto meno di quanto meritato destando comunque una valida impressione, la distanza potrebbe darle una mano e consentirle di centrare il bersaglio pieno. Django As va rivisto dopo l’errore alla prima uscita con il nuovo training ma se giusto ha tutto per imporsi agevolmente. Doroty del Sauro dopo un breve stop torna ad avere un numero possibile in un contesto altrettanto fattibile, premesse tali da prenotare il podio. Il cresciuto Drogon Run, Den Ghiu Gnafa e Dynamic Fly Lf sono tutti in corsa per qualcosa di importante.

RED/Agipro

Foto credits: Dena-Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password